Istat: Pil Italia nel 2020 a -8,9%, contrazione eccezionale

Rai News ECONOMIA

L'apporto della domanda estera netta è stato negativo per 0,8 punti e quello della variazione delle scorte per 0,3 punti

Dal lato dell'offerta di beni e servizi, il valore aggiunto ha segnato cadute marcate, particolarmente nelle attività manifatturiere e in alcuni comparti del terziario.

La pressione fiscale sale al 43,1% Istat: Pil Italia nel 2020 a -8,9%, contrazione eccezionale L'Istat conferma per il 2020 un crollo senza precedenti dovuto in particolare alla domanda interna. (Rai News)

Se ne è parlato anche su altri media

La lieve accelerazione dell’inflazione si deve prevalentemente all’ulteriore attenuarsi della flessione dei prezzi dei Beni energetici non regolamentati (da -6,3% di gennaio a -3,6%) e all’inversione di tendenza dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (da -0,1% a +1,0%). (Gazzetta di Salerno)

L'Italia ha chiuso il 2020 con il Pil in calo dell'8,9% a causa del drammatico impatto della pandemia, appena meglio delle stime del governo (-9%). Il dato segue il +0,3% registrato nel 2019. (La Stampa)

In volume il Pil è diminuito dell’8,9%. La domanda nazionale al netto delle scorte ha contribuito negativamente alla dinamica del Pil per 7,8 punti percentuali. (Gazzetta di Salerno)

Nel 2020 il Pil ai prezzi di mercato è stato pari a 1.651.595 milioni di euro correnti, con una caduta del 7,8% rispetto all’anno precedente. Il saldo primario (indebitamento netto meno la spesa per interessi) misurato in rapporto al Pil, è stato pari a -6,0% (+1,8% nel 2019) (Il Domani d'Italia)

Il ministro del urismo Garavaglia ha dichiarato oggi che il nuovo decreto Sostegno verrà approvato o venerdì o all'inizio della settimana prossima. Il nuovo decreto Sostegno, ex Ristori, verrà approvato o venerdì o all'inizio della settimana prossima. (TG La7)

E adesso arriva il caro-benzina, che fa impennare l’inflazione. (RagusaOggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr