L'era post-Merkel è cominciata: la Germania ha il suo «semaforo»

Corriere del Ticino INTERNO

«Nel 1924», ha esordito l’ormai cancelliere in pectore, il socialdemocratico Olaf Scholz, «fu installato il primo semaforo d’Europa a Potsdamer Platz, qui a Berlino; e anche allora le persone si chiedevano se avrebbe funzionato.

Il nuovo Governo tedesco è a portata di mano: oggi i leader del partito socialdemocratico (SPD), dei Verdi (Grünen) e dei Liberali (FDP) hanno annunciato un’intesa programmatica per il futuro Governo del Paese: nasce così la maggioranza «semaforo» dal colore delle tre formazioni politiche. (Corriere del Ticino)

Se ne è parlato anche su altre testate

Dal salario minimo alla cannabis. Vi sono poi altri importanti punti innovativi che il nuovo Governo tedesco ha sancito nel suo programma. Europa ed emergenza Covid. La coalizione semaforo vuole “un’Europa più sovrana”, ha detto il cancelliere in pectore Scholz, presentando il contratto di coalizione del futuro Governo tedesco. (il mio giornale)

Non è finita: wi-fi stabile per una digitalizzazione vera della scuola Germania, nuovo governo in arrivo: “Non faremo andare i bimbi in scuole che cadono a pezzi” Di. Nuovo governo in arrivo in Germania dopo le elezioni di settembre e la chiusura della lunghissima parentesi (59 giorni con Angela Merkel presidente pro-tempore). (Orizzonte Scuola)

Tra i punti del programma anche l’autorizzazione alla vendita controllata della cannabis agli adulti a condizioni e in luoghi determinati Per mantenere questo obiettivo, circa il 2% del territorio tedesco dovrà essere utilizzato per lo sviluppo del settore eolico, con un’attenzione particolare allo sviluppo dell’idrogeno. (la VOCE del TRENTINO)

PREZZI ENERGETICI RECORD. Per il 2022, l’attuale coalizione ha già raddoppiato i volumi di gara a 10 GW per l’eolico solare e onshore. Il prelievo ha aumentato le bollette elettriche tedesche già prima del rally del 2021 a livelli superiori a 300 euro / MWh (Energia Oltre)

È quello che ha scritto in un documento di partito il segretario generale degli ecologisti tedeschi, secondo la Dpa. (Rai News)

Per Sholz, intervenuto in conferenza stampa a Berlino, il nuovo governo “è una coalizione tra pari”, pensato per “rafforzare la coesione sociale e rendere migliore il Paese” (TIMgate)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr