Muore dopo l'anestesia dal dentista, si indaga per omicidio colposo

Tiscali.it SALUTE

BARi - La procura di Trani ha aperto un fascicolo di inchiesta sulla morte di Doriana Scardigno la donna di 43 anni di Molfetta (Bari) deceduta in uno studio dentistico di Corato.

Sul corpo della 43enne sarà effettuata l'autopsia per chiarire se c'è o no una correlazione tra il decesso e il farmaco somministrato alla paziente o se si sia trattato di un malore indipendente dall'anestesia

Sono stati inutili i soccorsi prestati da parte del personale medico. (Tiscali.it)

Su altre fonti

Tuttavia, subito dopo l’iniezione ha accusato un malore e nel giro di pochi minuti non ha più dato segni di vita. È quanto accaduto nella serata di ieri a Corato, in provincia di Bari, dopo che la vittima in questione si era recata in uno studio dentistico per sottoporsi ad una visita. (Metropolitan Magazine )

La 42enne è deceduta in pochi istanti mentre sono stati vani i tentativi dei sanitari di rianimarla. Nonostante i soccorsi giunti sul posto, per la donna non c’è stato nulla da fare. (Andria news24city)

Una donna di 42 anni, Doriana Scardigno, è morta ieri sera all'interno di uno studio dentistico a Corato, in provincia di Bari. La donna, a quanto si apprende, era da poco arrivata nello studio per sottoporsi ad una visita odontoiatrica. (GeosNews)

Nessuno avrebbe mai immaginato invece che durante quella visita dal dentista il suo cuore avrebbe cessato di battere.La sua salma è stata portata nel Policlinico di Bari dove il medico legale Antonio De Donno ha già eseguito un primo esame esterno. (CoratoViva)

«Non possiamo azzardare alcuna ipotesi al momento», ha spiegato il legale che assiste i genitori, la sorella, ed il marito di Doriana Scardigno Indicazioni a tal proposito potrebbero arrivare dall’autopsia sul corpo della donna che verrà effettuata la prossima settimana al Policlinico di Bari, eseguita dal medico legale Antonio de Donno. (Andria news24city)

Una donna di 42 anni è deceduta nella serata di ieri in uno studio dentistico di Corato, poco dopo che l’odontoiatra le aveva somministrato una dose di pre-anestesia. Il dentista è stato iscritto al registro degli indagati per possibile omicidio colposo, adesso sarà l’autopsia a stabilire se c’è un nesso tra la dose di pre-anestesia somministrata alla vittima e il suo malore, o se invece si è trattato di una casualità, di un terribile ed inevitabile destino, nonostante le persone vicine alla donna affermino con sicurezza che la 42enne non soffrisse di alcuna patologia pregressa (Il Quotidiano Italiano - Bari)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr