Aperture 2 giugno, Draghi favorevole ma ad una sola condizione

ViaggiNews.com INTERNO

Situazione aperture 2 giugno, il Governo lavora per fare ripartire alcune attività.

Aperture 2 giugno, nelle scorse ore sono sorte alcune ipotesi in merito alla parte finale della primavera, che potrebbe coincidere con un calo importante dei contagi.

Subito dopo la conferenza Stato Regioni, il premier ha parlato di possibili aperture dal 2 giugno.

La possibilità aperture 2 giugno non è casuale

Leggi anche –> Cambio di governo, il mese perso è stato cruciale: l’analisi. (ViaggiNews.com)

Se ne è parlato anche su altre testate

Più che preoccuparsi delle complicazioni di carattere etico cominciamo a farlo», ha detto ancora Draghi a Palazzo Chigi «Non diamo per abbandonata la stagione turistica, tutt'altro», ha aggiunto, sottolineando che «la migliore forme di sostegno all'economia sono le aperture», a condizione che tutto venga fatto in sicurezza. (Ticinonline)

Stanno trattando sul logo, se tenerlo o meno», ricorda Draghi, che si dice dispiaciuto all’idea di un cambio di nome Draghi tra intenzioni e “chissà”. (L'Agenzia di Viaggi)

Il ministro del turismo Massimo Garavaglia ha ipotizzato la data del 2 giugno: «È la nostra festa nazionale e potrebbe essere quella la data delle riaperture». Altra possibilità per attrarre turisti potrebbe essere quella del passaporto vaccinale (leggo.it)

“Da come si legge dai giornali gran parte dei siti turistici sono già tutti prenotati, ma lo sono prenotati da italiani. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in conferenza stampa a Palazzo Chigi. (AgCult)

Draghi e l’idea per rilanciare il turismo in Italia: “Certificato vaccinale per i turisti”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi nel corso della conferenza stampa di oggi, giovedì 8 aprile. (L'Occhio)

Non c’è una data certa per l’allentamento delle misure anti-Covid, tutto dipenderà dai contagi e dalle vaccinazioni. Programma Draghi aprile-maggio: Def, nuovo scostamento, decreto aprile e Pnrr. Sul tema vaccini Draghi ha confermato la disponibilità di dosi per aprile, che permetterà “di vaccinare tutti gli over 80 anni e gran parte di coloro che hanno più di 75, in tutte le regioni” (The Italian Times)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr