TMW RADIO - De Paola: "Juve, Paratici doveva dimettersi. Pirlo 'schiacciato' dai senatori"

TMW RADIO - De Paola: Juve, Paratici doveva dimettersi. Pirlo 'schiacciato' dai senatori
TUTTO mercato WEB SPORT

tmw radio De Paola: "Juve, Paratici doveva dimettersi.

Credo che Agnelli possa rimanere al suo posto ma credo sarà concordata una 'purga severa' e un direttore generale che sia anche di rappresentanza.

Adesso la Juve si è smarrita nei sui dirigenti e in determinati acquisti o nei vuoti di acquisti mancati.

Pirlo 'schiacciato' dai senatori". vedi letture. A commentare le notizie del giorno a TMW Radio, durante Maracanà, è stato il giornalista Paolo De Paola. (TUTTO mercato WEB)

La notizia riportata su altre testate

Valerio Piccioni, giornalista della Gazzetta dello Sport, ha parlato ai microfoni di Radio Punto Nuovo del caso Suarez: “Agnelli non è indagato per il caso Suarez. Il presidente della Juventus è stato interrogato come persona informata sui fatti ed ha escluso di interessarsi all’ingaggio dei giocatori bianconeri” (MondoNapoli)

Queste parole hanno spinto l’avvocato del giocatore a rispondere alle parole di Agnelli, smentendo le sue affermazioni rilasciate al Procuratore capo di Perugia. Soprattutto, il presidente della Vecchia Signora aveva dichiarato: “E’ stato Suarez a proporsi alla Juventus con un messaggino”. (SuperNews)

Nel registro degli indagati, oltre ai vertici dell’ateneo umbro, fra gli altri vengono iscritti il team manager bianconero Paratici e gli avvocati Turco e Chiappero. Il caso Suarez: Paratici il maggiore coinvolto della Juventus. (Footballnews24.it)

Juventus, l’avvocato di Suarez smentisce Agnelli: le nuove dichiarazioni

#Turco (#Juventus) — Paolo Ziliani (@ZZiliani) April 30, 2021. “Non parlava una parola d’italiano”. Esame farsa Suarez, Ziliani attacca la Juventus su Twitter. “È UNA FRODE GIGANTESCA”. “PER PREPARARE UN ESAME B1 IMPIEGHIAMO 5 QUADRIMESTRI”. (SuperNews)

Ne scoppiò un putiferio mediatico che arrivò sino al Procuratore Capo di Perugia, Raffaele Cantone, il quale ha interrogato Agnelli lo scorso 26 gennaio. Da lì è nata tutta la vicenda che ha fatto discutere per molti mesi, fino a finire sui tavoli dei tribunali: Suarez sostenne un esame falsato di italiano, presso l'Università per Stranieri, conoscendo in anticipo le domande che gli sono state proposte, al fine di essere sicuro di venir ingaggiato dalla società torinese. (iLMeteo.it)

Il calciatore, in quel periodo in forza al Barcellona, era oggetto desiderato della Juventus di Agnelli ma per prenderlo occorreva la cittadinanza italiana. Esce una nuova prova nell’esame di italiano sostenuto da Luis Suarez lo scorso 17 settembre. (CIP)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr