“Non penso proprio”: la risposta del “golden boy” sul vaccino fa discutere

Calciopolis SPORT

La posizione di Gianni Rivera in merito al vaccino è quella di chi non si fida di ciò che succede, che ne ha paura, lecita

L’ex golden boy del calcio italiano, e la sua risposta a Bruno Vespa che ha fatto discutere.

Bruno Vespa su tutti cerca di spiegare a Gianni Rivera che non esistono dati che attestino che qualcuno della sua età abbia avuto alcun tipo di problema dopo il vaccino.

Oggi di Gianni Rivera si parla per le sue posizioni chiaramente no vax. (Calciopolis)

Su altri giornali

I vaccini, un miracolo della scienza, ci potrebbero permettere di tornare alla nostra vita di sempre. Quello che può andare bene per un uomo di 70 anni può non andare bene per una ragazza di 20 (Cremonaoggi)

Ciò in contrasto con quanto sostenuto dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, che si è mostrato favorevole al mix di vaccini (scrive Vesuviolive). Di qui il parere del virologo Roberto Burioni che, commentando la scelta del Governatore campano, ha deciso di dire la sua: “Siamo alla confusione più totale. (Salernonotizie.it)

E torna la minaccia: “La scelta individuale è tra acquisire l’immunità ora con il vaccino o in autunno con la malattia”. Per carità, verissimo che la sgangherata campagna comunicativa e organizzativa rischia di servire un assist alla platea dei dubbiosi, se no dei no vax in senso assoluto. (Nicola Porro)

In più, ha rassicurato sul prosieguo della campagna vaccinale: “Dopo aver sentito il generale Figliuolo posso dirvi che il piano vaccinale continua. Il virologo dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano Roberto Burioni ha commentato, sui social, la scelta del Presidente della Campania, Vincenzo De Luca, di bloccare le somministrazioni con i vaccini AstraZeneca, almeno per le prime dosi, e Johnson&Johnson:“Siamo alla confusione più totale. (SalernoToday)

“No, non ci penso proprio – ha dichiarato l’ex calciatore a Bruno Vespa parlando del vaccino – Perché ho delle notizie negative, qualcosa già si sente. Le dichiarazioni di Gianni Riviera a Porta a Porta. (Periodico Italiano)

La variante indiana (Delta) è molto più contagiosa della variante inglese (alfa) che è molto più contagiosa della variante che ha circolato nelle prime due ondate in Italia. 'Direi che si stanno creando tutte le premesse perché la gente inizi a diffidare dei vaccini rifiutando la vaccinazione e a causa dell'alto numero di non vaccinati a ottobre richiudiamo tutto'. (La Pressa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr