Contratti telefonici, cosa prevede il nuovo codice: diritto di recesso, durata e sanzioni

Sky Tg24 ECONOMIA

IPA/Fotogramma. Oltre alla “protezione” dell’Agcom, i consumatori potranno contare anche su un rafforzamento delle norme sul diritto di recesso gratuito in caso di cambi contrattuali.

Secondo Sarzana, il codice ha infatti reso le regole più “cogenti” per gli operatori, che dovranno informare l’utente entro 30 giorni in caso di cambi unilaterali e permettergli di disdire il contratto in modo gratuito, se le modifiche sono state peggiorative. (Sky Tg24 )

Se ne è parlato anche su altri media

Rivedendo, a vantaggio degli utenti, le pratiche dei gestori delle offerte sui cellulari. E attenzione, perché la vigilanza sarà stringente, così come severe saranno le sanzioni in caso di infrazione (ContoCorrenteOnline.it)

Entrato in vigore in data 20 dicembre 2018, il Codice europeo delle Comunicazioni Elettroniche riunisce in un unico testo normativo, debitamente integrato e modificato, la disciplina delle comunicazioni elettroniche fino a quel momento in vigore. (QuiFinanza)

L’Agcom ha parlato in difesa dei consumatori, così DAZN d’ora in poi avrà una nuova funzione, come spiegato da La Repubblica. Ci sarà infatti un test per la velocità della nostre connessione internet, così da poter comprendere, in caso di problemi, di chi è la colpa. (Calcio In Pillole)

All’inzio del mese di dicembre 2021 è entrato in vigore un nuovo decreto che modifica la durata massima dei contratti telefonici. Tante novità in arrivo per i contratti telefonici e il diritto di recesso: nuove regole per tutelare gli italiani. (Vesuvius.it)

(5). Insomma consumatori e utenti – nonostante in nome loro talvolta si esaltino consumismo e stupidità commerciale e pubblicitaria – sono protagonisti. (VicenzaPiù)

Per fare chiarezza è intervenuto Alessandro Longo, direttore agendadigitale.eu:. «Dal 24 dicembre 2021 cambieranno una serie di cose: per cominciare, ci sarà uno stop ai contratti fiume (per esempio, quelli che legano ad una società per 48 mesi) con rate per rooter e smartphone; i contratti potranno durare al massimo per 24 mesi, però gli operatori saranno costretti anche ad avere almeno un’offerta di 12 mesi. (Radio Kiss Kiss)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr