Offese social a medici, Asl: "Arrivate le prime sanzioni ai responsabili" - Livornopress - notizie livorno

Offese social a medici, Asl: Arrivate le prime sanzioni ai responsabili - Livornopress - notizie livorno
Livorno Press SALUTE

L’Azienda USL Toscana nord ovest ha già assunto diverse iniziative, anche in sede penale, contro le aggressioni sia fisiche sia verbali nei confronti del personale sanitario che opera nelle proprie strutture.

Home. Cronaca. Offese social a medici, Asl: “Arrivate le prime sanzioni ai responsabili”. Cronaca. 3 Aprile 2021. Offese social a medici, Asl: “Arrivate le prime sanzioni ai responsabili”. Offese a medici e infermieri sui social: l’Ausl ha già segnalato alcuni episodi. (Livorno Press)

Se ne è parlato anche su altri media

4 Aprile 2021. di Lorenzo De Cicco e Alessia Marani. (Lettura 4 minuti). 603. 603. . Miracoli dell’obbligo vaccinale: ora che rischiano la sospensione o il demansionamento, i sanitari no-vax ci hanno ripensato. (ilmessaggero.it)

Se il dipendente non presenta la documentazione, l’Ausl segnalerà il nome all’Ordine professionale di competenza e al datore di lavoro". Al Rizzoli l’indice di vaccinazione è del 93% per i medici, inclusi gli specializzandi, e dell’86% per gli infermieri. (il Resto del Carlino)

Basilicata nelle retrovie per l’impiego dei vaccini già disponibili, il commissario Figliuolo che da Roma manda i rinforzi (appena un medico e due infermieri) e intanto le tante forze disponibili presenti in Basilicata vengono lasciate a casa. (Cronache TV)

Ora in Veneto gli OSS diventano veramente Infermieri grazie ad un Corso di Formazione Complementare.

L’Azienda USL Toscana nord ovest continuerà a segnalare al comando Nas dei carabinieri comportamenti o comunicazioni via social aggressivi ed offensivi. Offese a medici e infermieri sui social: l’Ausl ha già segnalato alcuni episodi. (QuiLivorno.it)

Diverso è sostituire il sapere e la figura infermieristica, ormai delineata da codici e norme, con gli oss, con la possibilità di generare rischi correlati all’assistenza e minimizzando il percorso formativo dell’infermiere stesso”. (Nurse Times)

Ieri la Delibera dal titolo “Formazione complementare in assistenza sanitaria dell’operatore socio-sanitario” è stata pubblicata sul BUR ed è attiva. Gli OSS grazie ad una formazione complementare di 300 ore potranno fare gli Infermieri. (AssoCareNews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr