Montelepre domani renderà omaggio alle vittime della strage di Capaci.

Montelepre domani renderà omaggio alle vittime della strage di Capaci.
Tele Occidente Tele Occidente (Interno)

Crisci e Palazzolo invitano i cittadini ad aderire e a manifestare allo stesso modo la vicinanza alle vittime di mafia e ai loro familiari.

Domani, a Palazzo Merra, sede del comune, verrà esposto un lenzuolo bianco in ricordo delle vittime della strage di Capaci, in cui, il 23 maggio 1992, persero la vita il Giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e i tre agenti di scorta Rocco Di Cillo, Vito Schifani e Antonio Montinaro

Su altri media

23 maggio 2020 a. a. a. Palermo, 23 mag. E' quanto afferma, in una dichiarazione, Gianluca Rizzo, Presidente della Commissione Difesa della Camera dei Deputati. (LiberoQuotidiano.it)

"I mafiosi, nel progettare l'assassinio dei due magistrati - ha detto ancora Mattarella - non avevano previsto un aspetto decisivo: quel che avrebbe provocato nella società. (QUOTIDIANO.NET)

Il discorso di Mattarella. Alle 8.35 è cominciata la diretta dal Ministero dell’Istruzione: sono già state srotolate le gigantografie di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e delle loro scorte. Era il 23 maggio 1992 e le immagini di quel brutale attentato mafioso, nei pressi di Capaci (Palermo), sconvolsero tutta l’Italia. (Open)

Il tuo sogno, quello di Antonio Montinaro, è diventato per loro impegno, memoria operante per costruire una società migliore». «Essere tua sorella è stata sempre una sfida difficile, ma anche un orgoglio e un onore che mi ha portato a fare del tuo esempio il mio impegno». (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Il Covid-19 non poteva però bloccare questo importante momento di memoria e ricordo. Si comincia alle 10.30 con un Consiglio comunale urgente e straordinario, convocato nell’aula “Bernardino Verro” con un unico punto all’ordine del giorno: commemorare il giudice, la moglie e gli agenti Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro (PalermoToday)

Maria Falcone: il virus della mafia infetta l'economia. Il 23 maggio del 1992 è una data spartiacque nella lotta alla mafia, una piaga che si sconfigge anche attraverso la cultura della legalità. Sono passati 28 anni dall’attentato mafioso, costato la vita al giudice Giovanni Falcone, alla moglie e a tre agenti della scorta. (Vatican News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti