A 20 anni dal G8 di Genova: l’inferno di un’intera generazione

A 20 anni dal G8 di Genova: l’inferno di un’intera generazione
Per saperne di più:
Fanpage INTERNO

E fu questo per noi il G8 di Genova: un inferno vero e proprio.

Solo chi è stato a Genova sa cosa vuol dire mettersi a piangere senza motivo perché ti trovi in mezzo alla folla.

Solo chi è stato a Genova sa cosa vuol dire Genova

Solo chi è stato a Genova può capire cosa vuol dire essere stato a Genova.

(Fanpage)

Ne parlano anche altre testate

Giorni di tensione estrema e il dramma dei familiari di Carlo Giuliani che hanno dovuto affrontare la tragedia della perdita di un figlio Carlo Giuliani da una parte e il carabinierie Mario Placanica dall'altra e una vicenda che ha spezzato la vita al primo e rovinato l'esistenza al secondo. (Primocanale)

Ansa. L’ESTINTORE - Una quindicina di persone attaccò il mezzo. Dall'interno uno degli occupanti lo colpì con un calcio, facendolo rotolare a terra in direzione di un manifestante con il volto coperto da un passamontagna, identificato in seguito come Carlo Giuliani, che si trovava a diversi metri dal mezzo. (Sky Tg24 )

Vent’anni fa si è svolto il G8 di Genova tra il 19 e il 22 luglio 2001. Già il 19 luglio si registrarono dei tafferugli vicino alla sede della Questura, interrotti rapidamente dall’intervento della polizia. (News Mondo)

G8 a Genova, la verità 20 anni dopo su Carlo Giuliani e i no global: ecco chi cercava lo scontro a ogni costo

È l'iniziativa promossa a Catanzaro dalla Federazione Sindacale di Polizia insieme al Nuovo Sindacato Carabinieri, con la presenza di Mario Placanica, il carabiniere che da un Defender assaltato dai manifestanti sparò il colpo che uccise Giuliani (LO SPECIALE - IL LONGFORM - L'INTERVISTA AL PADRE DI GIULIANI - L'INTERVISTA A PLACANICA) (Sky Tg24 )

Né Mario Placanica, carabiniere ausiliario prosciolto dall’accusa di omicidio, né Carlo Giuliani, ragazzo rimasto ragazzo perché il 20 luglio del 2001 morì. "Vorrei tanto tornare a lavorare". Una perizia ha stabilito che uno di quei due proiettili sarebbe stato ‘deviato’ da un calcinaccio trafiggendo Carlo Giuliani (AGI - Agenzia Italia)

Agnoletto rispose: «Mano, oggi stiamo dimostrando che il movimento del Genova Social Forum è una festa Era il naturale epilogo di quei giorni. (LiberoQuotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr