Ex Ilva, arrestati l'avvocato Piero Amara e l'ex procuratore di Taranto Capristo

Ex Ilva, arrestati l'avvocato Piero Amara e l'ex procuratore di Taranto Capristo
Più informazioni:
ilmessaggero.it INTERNO

Amara è stato consulente legale di Ilva quando l'azienda era in amministrazione straordinaria e, in tale veste, avrebbe avuto rapporti con Capristo.

I fatti contestati risalirebbero al periodo nel quale Capristo era procuratore a Taranto e riguarderebbero anche l'ex Ilva

Misure cautelari sono state disposte dalla Procura di Potenza, nell'ambito di un'inchiesta che riguarda presunte irregolarità commesse dall'ex procuratore di Taranto, Carlo Maria Capristo, in indagini sull'ex Ilva. (ilmessaggero.it)

La notizia riportata su altre testate

I magistrati indagano su presunti favori relativi a procedimenti che riguardavano l’ex Ilva di Taranto. Pietro Amara è stato consulente legale di Ilva durante la fase di amministrazione straordinaria dell’azienda. (SiracusaOggi.it)

Nel maggio 2020 Capristo è stato arrestato (tornato libero ad agosto) nell'ambito di un'altra inchiesta per la quale è attualmente a processo per tentata concussione, falso in atto pubblico e truffa aggravata I fatti contestati risalgono al periodo nel quale Capristo era procuratore a Taranto (L'Unione Sarda.it)

Il filone dell'inchiesta riguarda l'ex Ilva di Taranto per presunti favori ad un imprenditore nei rapporti di lavoro con l'azienda siderurgica Amara è stato consulente legale di Ilva quando l'azienda era in amministrazione straordinaria e, in tale veste, avrebbe avuto rapporti con Capristo. (Quotidiano.net)

"Favori per l'Ilva". Arrestato Piero Amara, l'avvocato del caos Procure

Al rientro in ufficio, dopo essere stato a Potenza, Capristo non lo aveva salutato. Era marzo del 2019 e in quell'occasione a fine vertice Capristo disse: «Ci saranno incontri periodici in Procura (Il Sole 24 ORE)

In carcere sono finiti, già in servizio negli uffici di diretta collaborazione dei sottosegretari alla, da Prodi a Berlusconi. (MolfettaViva)

Stando a quanto appreso e riportato dall'Adnkronos, Piero Amara è finito in carcere. La procura di Trani inizialmente archiviò l'inchiesta, ma successivamente la procura generale di Bari le tolse l'incarico trasmettendo il fascicolo per competenza funzionale alla procura di Potenza (il Giornale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr