Zan a Fanpage.it: “Non possiamo mediare con la Lega, non si gioca con la vita delle persone”

Fanpage.it INTERNO

A cura di Tommaso Coluzzi. La prima settimana parlamentare di discussione generale in Senato del disegno di legge Zan si è conclusa.

Il 20 luglio "ci saranno gli emendamenti", ha ricordato Zan in chiusura e "tutto sarà chiaro", perché "avranno un nome e un cognome"

Martedì prossimo scadrà il termine per presentare gli emendamenti e lì “si capiranno le reali intenzioni”, spiega Alessandro Zan.

Non si può mediare "sulla vita della gente, sul futuro di queste persone, perché sarebbe vergognoso e inaccettabile". (Fanpage.it)

La notizia riportata su altri media

Non siamo aperti al confronto con chi in Europa prende iniziative contro la comunità Lgbtqi – aggiunge -. Noi dal confronto in Parlamento non ci tiriamo indietro assolutamente”. (LaPresse)

La discussione sulla legge Zan è complicata per questo. La maggior parte delle proposte alternative al Ddl Zan, compresi gli emendamenti dei renziani, si concentrano su questi tre articoli, per sopprimerli o riformularli. (Il Messaggero)

Il testo Zan, di iniziativa parlamentare, in ogni caso pare destinato a slittare a settembre per l’ingolfamento di provvedimenti legati al Pnrr e in nome dei quali il governo Draghi è nato. Entro la fine del mese di luglio il decreto Concorrenza e la delega al governo per la riforma fiscale. (Tiscali Notizie)

“Siamo convinti che il testo approvato alla Camera sia un ottimo testo e spingeremo perché vada avanti, ma siamo aperti in Parlamento al confronto. Chi è omofobo in Europa non può essere un interlocutore credibile in Italia, questo è il punto chiave. (LaPresse)

(LaPresse) – “Il ddl Zan? Roma, 19 lug. (LaPresse)

Il tutto, continuando ad attribuire a Dio ogni sua pretesa In altre parole, la signora sta dicendo ai bambini che lei vuole vedere peni che penetrano vagine, peraltro tirando in ballo pure il nome di Dio davanti a quelle sue fantasie sessuali. (Gayburg)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr