Estranei in casa nostra ⋆ THIS IS ACRI

thisisacri.it SALUTE

Prima di lasciare il Palazzo ci viene consegnata la documentazione che prevede l’appuntamento per il richiamo e tra 21 giorni.

C’è poco da fare, i ragazzi si sono già allertati attraverso le chat e hanno suonato la carica!

Se non altro per non consentire a nessuno di farci sentirci estranei in casa nostra

Trovo giusto, oltre che opportuno, che qui si rispettino i 21 giorni previsti dalla Pfizer (thisisacri.it)

Su altri media

Gli under60 che hanno ricevuto AstraZeneca sono 115.631 (di questi 66.151 hanno già ricevuto anche il richiamo). Per i richiami sarà necessario per forza riprogrammare perché si attendono le indicazioni ufficiali sull’uso di un vaccino alternativo come seconda dose. (Provincia Granda)

A darne comunicazione è il vicegovernatore della Regione con. delega alla Salute Riccardo Riccardi. “La decisione – spiega Riccardi – è stata presa a seguito della. (Udine20)

Una scelta fatta perché in quel momento - con un'incidenza di 400 casi ogni 100mila abitanti - i casi di trombosi erano pari a 1.1 ogni 100mila abitanti mentre il numero delle vittime era di 8 ogni 100mila. (abruzzo24ore.tv)

Alessio Edoardo: "Obbligatorio fare intervento urgente, del personale sanitario della Questura per tutto il personale vaccinato e una vigilanza medica costante. (TriestePrima)

A seguito della circolare del Ministero della Salute, inviata nella notte, relativa al blocco dei richiami con AstraZeneca per le persone con meno di 60 anni, che dovranno ricevere la seconda dose con Pfizer o Moderna, è stata invece temporaneamente sospesa sul portale la funzione di modifica prenotazione della seconda dose. (Nove da Firenze)

«Oggi dovremo porre un quesito: chi è sotto i 60 anni e ha fatto la prima dose Astrazeneca che fa con il richiamo? In modo particolare, dal punto di vista della comunicazione ai cittadini, siamo di fronte a quello che potremmo chiamare un vero e proprio disastro ». (Quotidiano del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr