Alexei Navalny riappare in una foto ed è quasi irriconoscibile

Alexei Navalny riappare in una foto ed è quasi irriconoscibile
Approfondimenti:
TG La7 ESTERI

esteri. di Redazione Esteri. Visibilmente dimagrito e con il volto scavato, Alexey Navalny è riapparso oggi per la prima volta da quando ha iniziato lo sciopero della fame il 31 di marzo, poi interrotto venerdì scorso.

Il dissidente russo e nemico di Putin, appare in una foto, l'unica immagine disponibile fino a questo momento.

Era collegato dal carcere con il tribunale distrettuale di Mosca dove è in corso il processo a suo carico. (TG La7)

Ne parlano anche altre fonti

Navalny ha fatto sapere di aver interrotto lo sciopero della fame durato 24 giorni per chiedere cure adeguate per i dolori alla schiena e alle gambe. — Leonid Volkov (@leonidvolkov) April 29, 2021. Ultimo aggiornamento: 13:31 (ilmessaggero.it)

Il dissidente russo e nemico di Putin, appare in una foto, l'unica immagine disponibile fino a questo momento. Contestualmente i suoi collaboratori annunciavano che venivano chiusi dalle autorità russe le sedi della sua organizzazione, la Fbk, considerata estremista (TG La7)

Navalny di nuovo in aula: “Sembro uno scheletro”. È apparso per la prima volta in pubblico dopo lo sciopero della fame, in collegamento dal carcere di Pokrov durante il processo al tribunale distrettuale Babushkinsky di Mosca (Ticinonews.ch)

Russia, Navalnyj appare in tribunale dopo lo sciopero della fame: "Peso 72 kg, come alle medie"

La notizia arriva dopo che la procura di Mosca ha ordinato di sospendere le attività degli uffici: un network di attivisti che copre praticamente tutta la Russia. Leonid Volkov, uno dei principali alleati di Alexiei Navalny, ha annunciato su internet lo scioglimento della rete degli uffici dell'oppositore russo in carcere: lo riporta la testata Meduza. (La Stampa)

Secondo Radio Eco di Mosca, Navalny avrebbe spiegato: "Ieri mi hanno portato in sauna per farmi avere un buon aspetto. Volkov annuncia la chiusura della rete di uffici dell'oppositore russo leggi anche Russia, Navalny in carcere: "Mi trovo in un campo di concentramento" Sempre nella gionata del 29 aprile, Leonid Volkov, uno dei principali alleati di Navalny, ha annunciato su internet lo scioglimento della rete degli uffici dell'oppositore russo in carcere: lo riporta la testata Meduza. (Sky Tg24 )

Perso il ricorso contro la sentenza che lo aveva riconosciuto colpevole di diffamazione di un veterano della Seconda guerra mondiale. I suoi collaboratori annunciano lo smantellamento degli uffici della sua Fondazione anti-corruzione minacciata di essere definita "estremista" (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr