Le dichiarazioni di Jannik Sinner e Riccardo Piatti dopo la conquista delle finale a Miami

LiveTennis.it SPORT

Ho cercato di rimanere attaccato alla partita perché finire sotto 4-3 con il break… non sarebbe stato facile rientrare.

Riccardo Piatti : “Lo spingiamo a pensare che deve giocare per migliorare.

Jannik Sinner : “Agut ha alzato il ritmo alla metà del secondo set, io non ho servito benissimo e ho fatto qualche errore.

La cosa peggiore per lui a Miami è stato il secondo turno con Khachanov dove secondo me ha sbagliato tantissimo nel modo di giocare

Nella terza frazione quando quando ho perso il servizio lui è salito di livello ed io ho dovuto cambiare qualcosa in maniera veloce e servire meglio, sotto 3-1 ero sicuramente sotto stress. (LiveTennis.it)

La notizia riportata su altre testate

Congtratulazioni anche al tuo team, stai facendo un bellissimo lavoro e hai un bellissimo futuro", ha aggiunto Oggi non era la nostra giornata. (Rai Sport)

(Di sabato 3 aprile 2021)si è qualificato alla Finale del Masters 1000 di Miami. Il tennista italiano affronterà il polacco Hubert Hurkacz nell’atto conclusivo in programma domenica (domenica 4 aprile, ore 19.00). (Zazoom Blog)

Sinner e Pellegrini: are you human? Due facce della stessa medaglia, le due facce simbolo del movimento sportivo italiano, tanto uguali quanto diverse. (Zazoom Blog)

Poi c’è lei, la Divina, la sportiva italiana per eccellenza, un’icona di stile dentro e fuori la vasca, pronta a scrivere pagine dello sport mondiale, dopo aver riscritto quelle dello sport italiano. Potrebbe interessarti:. (ZON.it)

Avrei rimpiazzato Riccardo Piatti il quale, coerente con le sue vedute, aveva deciso di rimanere attaccato a un quartetto di ragazzi, tutti del ’70, che aveva cresciuto nel quadriennio precedente. Di quel Riccardo Piatti al quale va riconosciuto il ruolo di apripista verso il prototipo di allenatore coraggioso, che coltiva scelte anche difficili perseguite con tutta la forza possibile. (TennisItaliano.it)

Il tecnico ordina un caffè al ginseng in tazza grande, lascia il piattino sul bancone e torna verso l’ingresso del bar. Un errore tanto grave da precludergli la possibilità di esser credibile almeno per qualche inesperto non avvezzo alle questioni del Bar Sport. (Tennis Circus)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr