Erdogan insiste sui tassi bassi e la lira turca perde un altro 10%

Erdogan insiste sui tassi bassi e la lira turca perde un altro 10%
Corriere della Sera ECONOMIA

La lira è precipitata fino a ad un minimo record di 13,6 contro il dollaro prima di recuperare alcune delle sue perdite ed essere scambiata a 12,88contro il dollaro nel tardo pomeriggio, giù di oltre il 10% dalla chiusura di lunedì.

La valuta è inoltre scambiata a 14,08 contro l’euro, anche in questo caso un minimo record.

Recep Tayyip Erdoğan. Continua la caduta della lira turca che si è indebolita dell 10% contro il dollaro, il giorno dopo che il presidente Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato che non ci sarebbe stato alcun passo indietro dalla sua politica non convenzionale di tagliare i tassi di interesse nonostante l’alta inflazione. (Corriere della Sera)

Se ne è parlato anche su altre testate

E la crescita economica per il 2021 sarebbe inferiore solo all’India fra le nazioni del G20 con un deciso +9% La moneta continua la corsa al ribasso con un ulteriore calo del 15%. (Corrispondenza romana)

In un comunicato, gli organizzatori della protesta hanno sottolineato: "Il nostro Paese sta attraversando una profonda crisi economica. (Sputnik Italia)

Carta straccia al punto da essere messa al bando da Apple. Il sell off è stato alimentato dalle dichiarazioni di Erdogan che, la sera prima, aveva difeso il taglio dei tassi annunciato la settimana scorsa dalla banca centrale turca, definendolo parte di “guerra di indipendenza economica“. (Finanzaonline.com)

Turchia, cosa sta succedendo alla lira e perché la crisi valutaria è un problema sociale

La degenerazione. Sino al penultimo governatore della banca centrale, Erdogan aveva tollerato un movimento pendolare, in cui a tagli dei tassi seguivano aumenti per difendere il cambio. Per il 2021 il Fondo Monetario internazionale prevede una crescita turca del 9 per cento, conseguenza anche delle riaperture post pandemiche. (Domani)

Dopo l’ennesimo crollo della lira turca nei giorni scorsi e l’inevitabile nuovo aumento dell’inflazione arrivata ormai al 20 per cento, Kemal Kilicdaroglu, leader del partito più forte dell’opposizione, il repubblicano laico Chp di ispirazione kemalista, ha esortato la popolazione a prendere parte alla maratona pubblica prevista il 4 dicembre […] (Il Fatto Quotidiano)

Il presidente Erdogan è tornato a parlare dopo l’ultimo taglio dei tassi della settimana scorsa e la lira turca è precipitata in queste ore negli abissi. Tra settembre e novembre, la banca centrale ha tagliato i tassi di 400 punti base (4%) in tutto, portandoli al 15%. (Investire Oggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr