Usa: la Corte Suprema dice no alla vaccinazione obbligatoria per le aziende

Vatican News ESTERI

Il Covid crea difficoltà al presidente degli Stati Uniti dopo il pronunciamento dei giudici per le aziende con oltre 100 dipendenti.

In Italia sono 10 le regioni che potrebbero passare in arancione per le soglie dei ricoveri: crescono quelli ordinari, stabili quelli in terapia intensiva.

Via libera invece della Corte Suprema per l'obbligo di vaccinazione per i dipendenti delle strutture sanitarie che beneficiano di fondi federali. (Vatican News)

La notizia riportata su altre testate

(TITOLO+COMMENTO). – PRIMA PAGINA. – La Suprema Corte respinge l’obbligatorietà della vaccinazione per le grandi compagnie. Per riempire i vuoti, i Talebani cercano ex-combattenti in Pakistan disposti ad andare a lavorare in Afghanistan (La Voce di New York)

Da noi ai non inoculati tolgono lavoro e diritti, Londra si appresta a mollare il lasciapassare a giorni. Negli Usa Joe Biden furibondo per il no all’obbligo da parte della Corte. Anche in Francia crollano i dogmi. (La Verità)

In USA bocciano l’obbligo vaccinale, in Francia le mascherine all’aperto. # La Corte Suprema USA blocca l’obbligo vaccinale voluto da Biden. (Milano Città Stato)

Secondo i giudici, l’amministrazione non ha il potere di imporre un tale requisito per le grandi aziende, senza l’autorizzazione del Congresso. Decisione della Corte Suprema, delusione di Biden. “Sono deluso dal fatto che la Corte Suprema abbia scelto di bloccare le norme di buon senso per salvare le vite dei dipendenti delle grandi aziende che erano fondate sia sulla scienza che sulla legge” (Imola Oggi)

Sono stati gli stessi studenti ad aver abbandonato banchi ed aula dopo il rifiuto insistito da parte della professoressa di indossare la mascherina più protettiva rispetto a quella chirurgica. Mentre il segretario nazionale di Sinistra Italiana nicola Fratoianni ha annunciato una interrogazione parlamentare al ministro dell'Istruzione (Trapani Oggi - Notizie di cronaca, politica, attualità Trapani)

Novavax (NASDAQ: ) ha preso il colpo maggiore, perdendo più del 10%. BioNTech (NASDAQ: ) ha perso il 5% mentre il partner Pfizer (NYSE: ) ha ceduto l’1,6%. (Investing.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr