Covid, Figliuolo: “Ipotesi terza dose contro le varianti”. A settembre vaccinati 8 italiani su 10

Covid, Figliuolo: “Ipotesi terza dose contro le varianti”. A settembre vaccinati 8 italiani su 10
Genova24.it INTERNO

Che parta dal superamento della gestione emergenziale della pandemia.

Ma l’ordinarietà va considerata anche alla luce della possibilità di dover procedere ad una terza dose del vaccino

Sarà comunque il governo a decidere entro il 31 luglio, quando dovrà stabilire se varare un nuovo stato d’emergenza e per quanto, attraverso un passaggio parlamentare.

La gestione ordinaria si porta dietro anche il superamento degli hub. (Genova24.it)

La notizia riportata su altri giornali

Poi l’addio ai grandi hub per tornare alla gestione ordinaria delle somministrazioni attraverso centri capillari, con un maggiore coinvolgimento di medici di base, pediatri e farmacie. L’ipotesi di una terza dose. (L'Occhio)

Sono poco più di 1.200 i nuovi casi di contagio. cronaca. L'annuncio del commissario all'emergenza Covid, che non esclude una terza dose di vaccino. (TG La7)

È inoltre in corso la «spallata finale» con 20 milioni di fiale in arrivo entro la fine di giugno. E finalmente i numeri della campagna vaccinale sono quelli che il generale Francesco Paolo Figliuolo aveva prospettato sulla carta all'inizio del suo mandato. (ilGiornale.it)

Figliuolo: «Una terza dose è possibile». Caccia a 228mila over 60 senza vaccino

Salernonotizie.it è il primo portale online completamente gratuito di Salerno e provincia. Ogni giorno notizie, curiosità, cronaca, sport e rubriche su Salerno, Napoli, Benevento, Avellino e Caserta. Milioni di news dalla Campania per tenerti sempre aggiornato in modo chiaro e veloce, un occhio vigile sui fatti della tua città (Salernonotizie.it)

Il commissario per l’emergenza Covid Francesco Figliuolo non ha escluso la necessità di una terza dose di vaccino in futuro. Potrebbe essere necessaria un’ulteriore dose per i vaccini anti-Covid. Un’eventualità che sarà affrontata però con modalità differenti da quelli attuali: “In maniera graduale nei prossimi mesi – ha spiegato Figliuolo – si passerà ad una gestione ordinaria delle attività sanitarie da parte delle amministrazioni centrali e locali competenti” (CalcioMercato.it)

Il coinvolgimento delle Regioni sarà di «vitale importanza», confermando le procedure «flessibili» per le prenotazioni ad agosto e la necessità di continuare a «privilegiare» le somministrazioni a ultrasessantenni e fragili. (Cronaca Qui)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr