Sasso su liceo Pisa: «Inaccettabile aggressione mediatica su dirigente che non si è conformata al pensiero unico»

Sasso su liceo Pisa: «Inaccettabile aggressione mediatica su dirigente che non si è conformata al pensiero unico»
provitaefamiglia.it INTERNO

"Massimo rispetto per quegli studenti che hanno deciso di affrontare una transizione e che hanno tutti i diritti di usufruire degli strumenti che garantiscono loro benessere psicofisico e inclusione.

Lo ha affermato Rossano Sasso, sottosegretario del ministero dell'Istruzione, in merito alla vicenda che vede come vittima del pensiero unico dominante la dirigente scolastica Adriana Piccigallo, "rea" di ver espresso le proprie titubanze sul riconoscimento del cambio di identità di un'allieva e dunque su una eventuale carriera alias. (provitaefamiglia.it)

Su altri media

La scuola si occuperà dell’accompagnamento al percorso attraverso figure di sistema per l’inclusione e per le pari opportunità, già presenti nell’istituto. La preside ha anche ammesso che il corpo docente non è stato coinvolto, al fine di tutelare la privacy dello studente. (La Tecnica della Scuola)

Inoltre i miei genitori temono ora anche ritorsioni dal punto di vista scolastico. Ed è dunque dai giovani che giunge un barlume di speranza davanti alla bruttezza leghista e al degrado valoriale promosso da Pillon (Gayburg)

Il commento della preside. Dopo un’iniziale ritrosia, sembra che la preside stia cambiando piano piano idea. C’era già un accordo con i rappresentanti di istituto che mi avevano chiesto di attivare questo percorso» (Open)

Pisa, “Liceo discrimina studente trans”/ Preside: “carriera alias? Situazione nuova”

“La nostra – spiega a La Stampa Samuele Badalassi, uno dei rappresentanti degli studenti – è una scuola molto grande e non ci conosciamo tutti. Quanto al no iniziale la dirigente spiega: “La mia perplessità era solo nei tempi e nei modi, proprio perché sapevo che questo tipo di percorso era una novità assoluta. (L'Arno.it)

Ma quando Geremia, che frequenta la quarta, ci ha raccontato la sua storia abbiamo deciso che dovevamo fare subito qualcosa“ “La nostra – racconta lo studente a La Stampa – è una scuola molto grande e non ci conosciamo tutti. (Live Sicilia)

«Il nostro Liceo discrimina uno studente trans»: è pesante l’accusa formulata dai rappresentanti degli studenti del Liceo Dini di Pisa, che trova l’immediata pacata “difesa” della preside Adriana Piccigallo, «Una situazione che per la nostra scuola è nuova». (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr