Draghi: «Su Ita decidiamo noi, non lasciamo la questione al prossimo governo»

Draghi: «Su Ita decidiamo noi, non lasciamo la questione al prossimo governo»
ilgazzettino.it INTERNO

E «il governo ha avuto credibilità interna e internazionale, avere il credito internazionale alto è importantissimo».

Quando ho iniziato non avevo un’agenda Draghi, che è fatta di risposte ai problemi, di obiettivi raggiunti.

Per quanto riguarda la scelta del partner di Ita, «non è mia intenzione lasciare la questione al prossimo governo.

Per quanto riguarda il dossier Ita, il premier ha aggiunto: «La procedura è stata avviata in primavera attraverso un dpcm e gestita dal Tesoro»

«Mi auguro che il presidente Draghi smentisca l’ipotesi di un’accelerazione del processo di vendita di Ita a Lufthansa», aveva martedì detto la leader di Fratelli d’Italia. (ilgazzettino.it)

Se ne è parlato anche su altre testate

La Gelmini vuota il sacco: "Ecco perché ho lasciato Forza Italia", accusa di fuoco. Dunque, un po' come dire, non c'è Agenda Draghi al di fuori di Draghi, e diffidare dalle imitazioni. Però resta il fatto che l'inflazione continuerà, il prezzo del gas non è previsto che diminuisca, anzi (Liberoquotidiano.it)

Il Pd attacca Italia viva. Dal fondo di 20 miliardi per l’assegno unico per le famiglie sono avanzati - per difetto nelle richieste - 630 milioni. “Opereremo ancora, se necessario”. “Se necessario opereremo ancora seguendo le stesse direttive: aiutare famiglie e imprese contro l’inflazione” assicura Draghi. (Tiscali Notizie)

Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi, nel corso di una conferenza stampa dopo il Cdm. (askanews) – “Le priorità verranno stabilite dal prossimo governo; se mi chiedete cosa sia l’agenda Draghi, sostanzialmente è una risposta pronta ai bisogni dell’economia, delle famiglie, ai bisogni delle famiglie più povere e poi credibilità interna e internazionale”. (Agenzia askanews)

Decreto Aiuti bis, la rivincita di Draghi: "La mia agenda? Risposte e credibilità"

e alla fine hanno sempre preso soldi dall’Erario per giustificare (per il bene del Paese, off course) il mantenimento di quello che, senza vergogna, hanno sempre chiamato “il nostro vettore nazionale”, fino, ai più spregiudicatamente audaci, “il nostro fiore all’occhiello, simbolo del made in Italy”. (Aduc)

Per cui in tempi molto brevi, in questi giorni, verrà chiesto loro di formulare ulteriori proposte, chiedendo di rispondere in tempi brevissimi". (Unioneonline/v.l.) (L'Unione Sarda.it)

Risposta pronta e credibilità: il governo ha avuto credibilità interna e internazionale, perché avere il credito internazionale alto è importantissimo" Sarà anche un premier per l’"ordinaria amministrazione" e per gli affari correnti, ma Draghi non dismette i panni di SuperMario. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr