Alitalia, l'ultimo volo del pilota dopo 40 anni di carriera: «Ho la lacrima facile, addio»

Corriere TV ECONOMIA

Roma, 28 settembre 2021 “Sono il comandante oggi nel volo per Roma, è con una certa emozione che oggi vi diciamo che è il nostro ultimo volo Alitalia.

Così un comandante Alitalia saluta i passeggeri nel suo ultimo volo dopo 40 anni in azienda.

Sono una persona anziana dalla lacrima facile, vi saluto per l’ultima volta, grazie e buon volo a tutti”.

Un certo dispiacere… vi chiediamo solo di non credere a tutto quello che cercano di farvi credere. (Corriere TV)

Su altre testate

"Stamattina mi sono incontrata con un gruppo di lavoratori sotto al Senato. Un gruppo di un centinaio di lavoratori di Alitalia hanno manifestato questa mattina lungo le strade del centro storico di Roma (AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency)

Non è quindi scontato che i 2.800 dipendenti Ita proverranno tutti da Alitalia. In Alitalia fioccano i certificati medici, troppo stress la causa che va per la maggiore. (Radio Roma)

Salari questi che in Ita saranno allineati con quelli dei vettori europei e ridotti del 30% circa rispetto a quelli della vecchia Alitalia. Una difesa a oltranza di diritti acquisiti per trasferirli dalla vecchia alla nuova compagnia, questo si sta cercando di fare nei confronti di Ita. (Panorama)

Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute. Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi (Borsa Italiana)

Resta tutto in salita ‘l’ultimo miglio’ di Alitalia, in attesa del passaggio all’operatività di Ita. (Travel Quotidiano)

L’assessore alla Sanità del Lazio D’Amato: "No-vax paghino i ricoveri". L’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato, in un'intervista al Messaggero, si scaglia contro chi fa propaganda anti-vaccino: "I no-vax che contraggono il virus e finiscono nelle terapie intensive degli ospedali della Regione Lazio dovranno pagare i ricoveri. (La7)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr