Coronavirus Covid-19: Vaticano, nessuna "forma repressiva" sui lavoratori in caso di rifiuto del vaccino

Coronavirus Covid-19: Vaticano, nessuna forma repressiva sui lavoratori in caso di rifiuto del vaccino
Più informazioni:
Servizio Informazione Religiosa ESTERI

In particolare, “la disposizione riguarda tutte le misure idonee dirette a prevenire, controllare e contrastare situazioni eccezionali di emergenza sanitaria pubblica e vengono diffusamente indicati tutti gli strumenti per una adeguata e proporzionale risposta al rischio sanitario”

foto SIR/Marco Calvarese. “L’adesione volontaria ad un programma di vaccinazione deve tener conto del rischio che un eventuale rifiuto dell’interessato possa costituire un rischio per se, per gli altri e per l’ambiente lavorativo”. (Servizio Informazione Religiosa)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Ma in serata, una nota del Governatorato ha chiarito le ragioni del decreto “sulla necessità di vaccinare chi opera in particolari settori in rapporto col pubblico: contemperare la tutela della collettività e la libertà di scelta individuale”. (L'Ecodelsud.it)

E così, per buona misura, le polemiche sul vaccino anti coronavirus hanno raggiunto e sono deflagrate anche presso Santa Romana Chiesa. Il Vaticano e il vaccino anti coronavirus. (Romait)

Il decreto emanato in questi giorni parla delle altre norme da osservare in caso di pandemie, dal distanziamento al divieto di assembramenti, dalle mascherine alla quarantena, e prevede sanzioni pecuniarie in caso di inosservanza delle disposizioni Mano dura del Vaticano contro i dipendenti che scelgono di non vaccinarsi in caso di pandemie, come è ora il Covid. (l'Adige)

Vaticano, no vax a rischio licenziamento. La linea dura di Papa Francesco

Il decreto rinvia una legge vaticana del 2011 che prevede, per chi non si sottopone ad accertamenti sanitari d'ufficio, "conseguenze di diverso grado che possono giungere fino alla interruzione del rapporto di lavoro" (ACI Stampa)

Ma le resistenze alla pratica dei vaccini non sono né sorprendenti né nuove Le vaccinazioni, facendo un calcolo a partire dal ritmo di persone vaccinate in queste prime settimane, dovrebbero andare avanti per almeno altre quattro settimane. (Famiglia Cristiana)

Anche se la vaccinazione è su base volontaria, un prevede una serie di misure che vanno dal demansionamento sino al licenziamento. Linea dura del Vaticano nei confronti dei dipendenti no vax che rifiutano il vaccino. (L'agone)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr