Covid, nel Regno Unito 1,7 milioni di lavoratori in quarantena: trasporti in tilt e pub chiusi

Covid, nel Regno Unito 1,7 milioni di lavoratori in quarantena: trasporti in tilt e pub chiusi
Open ESTERI

I cittadini del Regno Unito, in alcune zone, hanno difficoltà a reperire carta igienica e acqua minerale.

Per quanto riguarda i trasporti, cancellati diversi treni e sospese – lo scorso venerdì – alcune linee della metropolitana londinese

Gran parte della popolazione nel Regno Unito ha scaricato e utilizza l’app di tracciamento per contenere i contagi da Coronavirus.

Downing Street tira dritto. Alcuni politici e gruppi di interesse stanno chiedendo al governo di esentare dalla quarantena i cittadini che hanno completato la vaccinazione. (Open)

La notizia riportata su altre testate

Se dovesse rivelarsi un trend, si tratterebbe sicuramente di un elemento incoraggiante anche per chi si trova oltre il confine: il Regno Unito ha infatti anticipato la nuova ondata della Delta. (QuiFinanza)

Il fatto che l’Italia non riconosca come valido il ciclo vaccinale inglese ancora non è chiaro, anche perché in Gran Bretagna si somministrano dosi di AstraZeneca e Pfizer così come avviene in terra italiana. (Londra da Vivere)

Gran Bretagna, nuova variante del Covid. Gli esperti della Public Health England, l’agenzia esecutiva del dipartimento della salute inglese, hanno confermato l’esistenza della nuova “versione” del COvid-19. (Teleclubitalia)

Perché l'Italia non riconosce i vaccini degli italiani nel Regno Unito

L'aumento di casi covid in UK porta gravi disagi come scaffali vuoti nei supermercati e distributori di benzina chiusi. Ultimo aggiornamento: Giovedì 22 Luglio 2021, 18:55 (leggo.it)

Il tasso di infezione da coronavirus nei giovani inglesi ha raggiunto il più alto per qualsiasi fascia di età dall'inizio della pandemia, così che il governo ha elaborato piani di emergenza per ripristinare le restrizioni entro poche settimane si legge sull'Indipendent. (Yahoo Notizie)

Perché l'Italia non riconosce i vaccini degli italiani nel Regno Unito dal nostro corrispondente Antonello Guerrera. (ansa). Storia, peripezie e ragioni di un paradossale ingorgo burocratico e politico che lascia nel limbo oltre 500mila connazionali che vorrebbero rivedere i propri cari e passare l'estate in Italia, a pochi giorni dall'obbligo di Green Pass. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr