Covid: caos vaccini Sardegna, file e ritardi

Covid: caos vaccini Sardegna, file e ritardi
La Gazzetta del Mezzogiorno INTERNO

E a Sassari, dove la campagna vaccinale si estende agli under 80 non fragili, l'hub allestito nell'area fieristica di Promocamera registra ritardi, disagi e proteste.

File anche alla Fiera di Cagliari, dove si è anche formata una lunga coda di auto, e a Nuoro.

In pratica almeno una dose è stata inoculata al 12,1% della popolazione sarda, mentre ha completato l'intero ciclo solo il 4,5%.

Un maxi assembramento di anziani acciaccati e infreddoliti è stato segnalato in via Kandinskij, davanti al cancello dell'Istituto superiore Francesco Ciusa dove sono in corso i richiami della prima dose

Ad oggi nell'Isola è stato somministrato il 74,9% delle dosi, cioè 270.990 (prima dose 197.748 e seconda dose 73.242) su 361.870 fiale consegnate. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

La notizia riportata su altri giornali

L’obiettiv è quello di risolvere la questione dolorosa dei circa 250 lavoratori dello scalo di Macchiareddu che attualmente sono in stato di disoccupazione. Il sindaco Truzzu e l’assessore Guarracino scrivono al Governo. (Casteddu Online)

C’è contemporaneamente il problema economico però prima di tutto bisogna mettere in sicurezza la salute, quindi l’aspetto sanitario. Risentite qui l’intervista a Ugo Cappellacci del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu. (Casteddu Online)

In combinazione con altre mutazioni potrebbero essere responsabili di una maggiore trasmissione del coronavirus La variante di coronavirus era presente in 4 tamponi e avrebbe portato al decesso un paziente. (QuiFinanza)

Cagliari, Truzzu e Guarracino scrivono al Governo: “Riavvicinare la città al suo mare”

Per fare 17 mila vaccini al giorno in Sardegna servono 170 infermiere/i che per 8 ore costano 40 mila 800 euro. Coi sei milioni di euro che la Regione è orientata a spendere per lo staff della presidenza si potrebbe vaccinare tutta la Sardegna in 4 mesi. (Casteddu Online)

Il Comune di Cagliari ospita il progetto eco solidale, promosso da Andalas de Amistade Trekking asd, patrocinato dall’assessorato regionale della Difesa dell’Ambiente della Sardegna e finanziato dalla Fondazione di Sardegna. (YouTG.net)

Riavvicinare la città al suo mare, dare nuova forma urbanistica alla linea che va da Giorgino a Marina Piccola, rilanciare le attività economiche del Porto Canale. “Chiediamo – continua il sindaco Truzzu con l’assessore Guarracino - l’apertura di un tavolo tecnico e politico con il coinvolgimento di tutti: attori istituzionali nazionali, regionali e locali, ovviamente con il pieno coinvolgimento dell’Autorità di Sistema Portuale del mare di Sardegna (YouTG.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr