Gaffe del governo: nel manifesto del piano per il Sud c'è il castello di Duino (in Friuli-Venezia Giulia)

Gaffe del governo: nel manifesto del piano per il Sud c'è il castello di Duino (in Friuli-Venezia Giulia)
la Repubblica la Repubblica (Interno)

Tutto il senso del Piano #Sud2030 è che si tratta di un progetto per l'Italia.

Che bisogna guardare al Sud per rilanciare lo sviluppo anche al Nord.

C'è scritto, in 80 pagine di documento, da discutere o criticare se si vuole.

La notizia riportata su altre testate

Ma a diventare oggetto di discussione — e dell’ironia via Twitter — non sono state le misure previste per i giovani, la svolta ecologica, l’innovazione, il potenziamento dell'edilizia scolastica o l'estensione della No Tax area bensì la copertina del progetto con il titolo «Un piano per il Sud è un progetto per l’italia», l’hashtag «#Sud2030» e la foto di Duino, il Comune in Friuli-Venezia Giulia, con una splendida vista sul Golfo di Trieste e le sue falesie. (Corriere della Sera)

"Una figuraccia che si poteva evitare", si legge ancora tra i commenti social. E sui social è subito polemica mista a ironia. (La Repubblica)

Ed è difficile dargli torto: in effetti la seconda pagina delle slide dedicate al Piano per il Sud non è esattamente una località meridionale: è difficile pensare una località di mare più distante di Duino dal Mezzogiorno. (Corriere della Calabria)

Non pretendo tanto dai cosiddetti esperti: basta leggere la slide, però https://t.co/nxVQ0AjCov — Peppe Provenzano (@peppeprovenzano) February 14, 2020 " Mai più narrazioni tossiche del Sud, mai più rassegnazione, mai più disagio ", ha tuonato quest'oggi il presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante la conferenza stampa di presentazione del piano di rilancio per le infrastrutture al Sud. (ilGiornale.it)

Una circostanza che non è sfuggita sul web che hanno preso di mira tra ironia e indignazione l'errore. Che bisogna guardare al Sud per rilanciare lo sviluppo anche al Nord. (La Sicilia)

L'immagine che appare è quella del costone di roccia a picco davanti al castello di Duino, residenza della famiglia Torre e Tasso che niente, ma proprio niente, hanno a che fare con le meravigliose ambientazioni del meridione italiano. (Triesteprima.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti