Vaccini Covid ai giovani e terza dose ai fragili: così il Regno Unito si prepara all’inverno

Vaccini Covid ai giovani e terza dose ai fragili: così il Regno Unito si prepara all’inverno
Fanpage.it SALUTE

Vaccini Covid ai giovani e terza dose ai fragili: così il Regno Unito si prepara all’inverno Il premier inglese Boris Johnson illustrerà domani le linee guida messe a punto dal governo per evitare una nuova ondata della pandemia di Covid-19 in vista dell’arrivo dell’inverno: vaccinazione degli adolescenti e terza dose ai fragili tra i punti centrali della strategia.

Vaccinare i più giovani in vista dell'inverno. (Fanpage.it)

Su altri media

Il governo britannico di Boris Johnson fa una vera e propria inversione a U e rinuncia all’introduzione del Green pass in Inghilterra, la maggiore nazione del Regno Unito. Il ministro ha osservato come altrove il Green pass sia stato introdotto solo per incoraggiare la gente a vaccinarsi. (La Gazzetta di Reggio)

Secondo Pregliasco, "il Green pass in Italia ha aiutato molto a far crescere le vaccinazioni tra i giovani, pensare di tornare indietro sarebbe un messaggio molto sbagliato" Non c'è un manuale per gestire la pandemia Covid". (Adnkronos)

Il contrordine del governo Johnson è stato seguito criticato dalle opposizioni nel metodo, come un nuovo "ondeggiamento" sulla gestione della pandemia. Javid ha tuttavia reso noto alla Bbc che la decisione finale del governo centrale Tory, competente sull'emergenza sanitaria in Inghilterra, è ora di non procedere più. (Avvenire)

Johnson mette la retromarcia: niente certificato in Inghilterra

Soltanto la Scozia, tra le 4 nazioni del Regno Unito, ha deciso di adottare il certificato verde a partire dal primo ottobre. Roma, 13 set – Il Regno Unito dice no al green pass e a breve toglierà pure la legislazione di emergenza. (Il Primato Nazionale)

Il Joint Committee on Vaccination nei giorni scorsi aveva, infatti, optato di non raccomandare per ora l'allargamento evocando cautele sul rapporto rischi/vantaggi per questa specifica fascia d'età. Resta da chiarire invece l'ipotesi d'un possibile alleggerimento delle residue restrizioni sui viaggi, in particolare sulla quarantena precauzionale a domicilio (ilmessaggero.it)

"Il Regno Unito è stato sempre molto liberale nell'approccio agli strumenti per combattere la pandemia - ricorda Andreoni - Scelte che poi hanno portato a lockdown anche molto lunghi. Così all'Adnkronos Salute Massimo Andreoni, primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma e direttore scientifico della Società italiana di malattie infettive e tropicali (Simit). (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr