Spia cinese infiltrata in Parlamento: «Ha stabilito legami e finanziato i deputati»

Spia cinese infiltrata in Parlamento: «Ha stabilito legami e finanziato i deputati»
Approfondimenti:
leggo.it ESTERI

Secondo quanto rivelato dai media del Regno Unito, si tratta di una legale basata a Londra molto ben inserita nell'establishment britannico.

Aveva stabilito legami con diversi esponenti politici ed era stata premiata anche dall'ex premier, Theresa May.

L'ex premier conservatrice Theresa May ha consegnato a Lee un riconoscimento nel 2019 per il suo contributo ai legami tra Cina e Gran Bretagna

In realtà, però, si trattava di una spia che operava per conto del Partito comunista cinese. (leggo.it)

Ne parlano anche altre fonti

Ai passeggeri che negli ultimi 21 giorni abbiano soggiornato negli oltre 150 Paesi reputati “ad alto rischio” sarà vietato il transito a Hong Kong dal 16 gennaio al 15 febbraio (LaPresse)

Il deputato conservatore ha chiesto l'espulsione dal Paese della Lee e invitato il governo a riferire ai Comuni. L'MI5 ha emesso un raro avvertimento ai parlamentari britannici secondo cui una agente cinese si è infiltrata a Westminster per interferire nella politica del Regno Unito (La Repubblica)

Si tratta di una stimata avvocatessa cinese basata a Londra, perfettamente inserita ai massimi livelli dell'establishment britannico. I servizi inglesi (MI5) hanno scoperto una spia cinese che si è infiltrata nel Parlamento britannico. (ilmattino.it)

Christine Lee, l’avvocato anglo-cinese accusata di essere spia di Pechino nel Parlamento inglese

L'accusa è di «interferenza», non di «spionaggio», e i funzionari dei servizi di sicurezza ricordano a malincuore: non ci sono leggi per fronteggiarla Missione: «Portare avanti l'agenda del Pcc, il Partito comunista cinese» attraverso il «coinvolgimento in attività di interferenza politica per conto del Dipartimento del Lavoro del Fronte Unito del Comitato centrale del Pcc». (ilGiornale.it)

A lanciare il singolare e raro allarme, che ha sorpreso il Regno Unito, è stato il servizio interno dell'MI5, gli 007 del controspionaggio. (Fanpage.it)

Secondo l’indagine, tra i beneficiari di queste donazioni ci sarebbe anche il laburista Barry Gardiner, che ha iniziato a incassare soldi dallo studio legale della donna, il Christine Lee & Co, alla fine del 2014: avrebbe ricevuto oltre 420.000 sterline Un’agente cinese si è infiltrata nel Parlamento britannico per interferire nella politica del Regno Unito (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr