Architetto rifiuta la mazzetta e fa scattare inchiesta:

Architetto rifiuta la mazzetta e fa scattare inchiesta:
Edizione Caserta INTERNO

Tutto è partito dalle denunce di un architetto che aveva raccontato un presunto tentativo di corruzione.

Nello stesso provvedimento del giudice è stato poi adottato per dieci professionisti, tutti della provincia di Benevento, il divieto temporaneo di contrattare con la pubblica amministrazione.

L’inchiesta, in particolare, riguarda 11 procedure pubbliche di appalto indette e/o gestite dalla Provincia di Benevento, dalla Provincia di Caserta e dal Comune di Buonalbergo (Edizione Caserta)

Se ne è parlato anche su altre testate

“La notizia relativa agli arresti che hanno coinvolto anche la Provincia di Benevento deve destare preoccupazione e sollecitare una reazione immediata. Nell’attesa che la magistratura faccia il suo corso è necessario che la politica attivi i suoi anticorpi. (Realtà Sannita)

Nel corso delle indagini, inoltre, le conversazioni intercettate hanno consentito di svolgere ulteriori approfondimenti investigativi su ulteriori gare, e segnatamente quelle relative alla manutenzione degli istituti scolastici in cui stazione appaltante è la Provincia di Benevento (Realtà Sannita)

Sono stati disposti gli arresti domiciliari per Antonio Di Maria, 50 anni, di Santa Croce del Sannio, presidente della Provincia, Michelantonio Panarese, 53 anni, sindaco di Buonalbergo, Angelo Carmine Giordano, 61 anni, di Solopaca, Mario Del Mese, 43 anni, di Salerno, Giuseppe Della Pietra, 62 anni, di Nola, Raffaele Pezzella, 65 anni, di Casal di Principe, e Antonello Scocca, 57 anni, di Benevento (ilmediano.com)

BENEVENTO. APPALTI TRUCCATI, AI DOMICILIARI IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA DI MARIA -

Tra loro anche il presidente della Provincia di Benevento, Antonio Di Maria, per il quale il reato contestato è turbativa d’asta. Tra gli altri, anche il sindaco di BuonAlbergo Michelantonio Panarese. (CasertaCE)

Leggi anche Mercatini di Natale a Salerno, indagati per appalti truccati ex assessore e imprenditori. Inchiesta sugli appalti a Benevento, l'indagine dopo una mazzetta da mille euro. L'episodio che ha portato all'apertura dell'indagine, condotta dai carabinieri di Benevento e coordinata dal procuratore Aldo Policastro, risale al 2019 (Fanpage)

Appalti truccati nel Beneventano, 8 arrestati: tra loro il presidente della Provincia, Antonio Di Maria, e il sindaco di Buonalbergo. Sotto la lente d’ingrandimento 11 procedure pubbliche indette e gestite dalla Provincia di Benevento, da quella di Caserta e dal Comune di Buonalbergo. (Prima Tivvù)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr