Mafia, Questore: "La coscienza della città è cambiata"

Mafia, Questore: La coscienza della città è cambiata
Live Sicilia INTERNO

Lo ha detto il questore di Palermo Leopoldo Laricchia commentando la vicenda della bimba a cui è stata negata dal boss la partecipazione alle manifestazioni per ricordare i giudici uccisi dalla mafia Falcone e Borsellino.

“Penso che su un mandamento mafioso storico e radicato come quello di Brancaccio l’attività del racket non sia mai cessata.

Lo afferma il questore di Palermo Leopoldo Laricchia commentando l’operazione Tentacoli della squadra mobile che ha portato nella notte a 13 fermi nei mandamenti Brancaccio e Roccella. (Live Sicilia)

Se ne è parlato anche su altri media

Mi propose di realizzare un cimitero privato per Palermo, facemmo alcuni incontri per discutere dell’affare”. Operazione Stirpe dei carabinieri. L’emergenza sepolture è un affare su cui la mafia di Ciaculli, in grave emergenza economica, avrebbe voluto sfruttare per fare soldi. (BlogSicilia.it)

Questo è emerso nei due anni di indagini della squadra mobile di Palermo Tra i reati contestati, associazione a delinquere di tipo mafioso ed estorsione aggravata dal metodo mafioso. (LaPresse)

I lavori prevedono la riqualificazione dell’area sterrata in un parcheggio pubblico gratuito di circa 40 posti: l’area era già usata come parcheggio, senza però asfaltatura e delimitazione degli spazi. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Mafia, nuovo colpo al mandamento di Ciaculli: 16 fermi - Video

Se la gente non si vaccina, il vaccino va dalla gente E’ semplice: fai il tampone e, se sei negativo, subito dopo sarai vaccinato in uno spazio ad hoc nell’hub della Fiera”. (Livesicilia.it)

L'amministrazione comunale ha sempre sostenuto con forza la propria scelta politica di non consentire la creazione di nuovi cimiteri privati in città. "Inoltre, secondo quanto emerso dalle indagini, gli interessi di Cosa Nostra sarebbero rivolti alla gestione di terreni per creare nuovi cimiteri privati - ha aggiunto Orlando -. (PalermoToday)

Carabinieri e Polizia di Stato hanno dato esecuzione, su delega della Direzione distrettuale antimafia, a 16 provvedimenti di fermo a carico di altrettanti indagati ritenuti a vario titolo responsabili di associazione di tipo mafioso ed estorsione aggravata del metodo mafioso. (Adnkronos)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr