Colpo al mandamento di Ciaculli: 16 arresti

Colpo al mandamento di Ciaculli: 16 arresti
Grandangolo Agrigento INTERNO

Leandro e’ nipote del ‘papa di Ciaculli’ in linea diretta, mentre Giuseppe Greco e’ figlio di Salvatore Greco, detto ‘Il senatore’, fratello di Michele.

Il vertice del mandamento si e’ inoltre occupato dell’amministrazione del circuito dell’approvvigionamento e smercio di sostanze stupefacenti, costringendo alcuni soggetti dediti al fruttuoso affare, a versare somme di denaro da destinare alla cassa del mandamento mafioso

Gli arrestati: Giovanni Di Lisciandro, 70 anni; Stefano Nolano, 42 anni; Angelo Vitrano, 63 anni; Maurizio Di Fede, 53 anni; Gaspare Sanseverino, 48 anni; Girolamo Celesia, 53 anni; Sebastiano Caccamo, 66 anni; Giuseppe Ciresi, 32 anni; Onofrio Claudio Palma, 43 anni; Rosario Montalbano, 34 anni; Rosario Montalbano, 35 anni; Filippo Marcello Tutino, 60 anni; Salvatore Gucciardi, 41 anni; GIuseppe Caserta, 46 anni. (Grandangolo Agrigento)

Se ne è parlato anche su altri media

Progetti che al momento sembra siano rimasti tali Era stato il boss Giuseppe Greco, finito in manette nella notte nell’operazione “Stirpe”, ritenuto il nuovo capomafia di Ciaculli dopo l’arresto del nipote Leandro, a chiedere a Filippo Bisconti, ex capomafia di Belmonte Mezzagno, oggi collaboratore di giustizia, di realizzare un cimitero privato. (Live Sicilia)

Un arsenale a disposizione. È stata anche accertata dalla polizia la disponibilità di un ampio arsenale: armi perfettamente funzionanti, a disposizione della famiglia mafiosa, pronte per essere utilizzate Un dominio sul quartiere che proviene direttamente dallo storico boss Michele Greco, detto il papa, nonno di Leandro e prozio di Giuseppe. (Giornale di Sicilia)

Perfino durante l’emergenza Covid, i pochi negozianti rimasti aperti, peraltro con volumi da affari assolutamente esigui, sono stati costretti a versare i soldi alla mafia. Mogli detenuti minacciano boss. (BlogSicilia.it)

Emergenza sepolture a Palermo, la mafia voleva realizzare un cimitero

Questi i fermati nell'operazione antimafia "Stirpe" dei carabinieri e della polizia di Stato: Giuseppe Greco, 63 anni; Ignazio Ingrassia, 71 anni; Giuseppe Giuliano, 58 anni; Giovanni Di Lisciandro, 70 anni; Stefano Nolano, 42 anni; Angelo Vitrano, 63 anni; Maurizio Di Fede, 53 anni; Gaspare Sanseverino, 48 anni; Girolamo Celesia, 53 anni; Sebastiano Caccamo, 66 anni; Giuseppe Ciresi, 32 anni; Onofrio Claudio Palma, 43 anni; Rosario Montalbano, 35 anni; Salvatore Gucciardi, 41 anni; Giuseppe Caserta, 46 anni; Filippo Marcello Tutino, 60 anni. (Giornale di Sicilia)

"Inoltre, secondo quanto emerso dalle indagini, gli interessi di Cosa Nostra sarebbero rivolti alla gestione di terreni per creare nuovi cimiteri privati - ha aggiunto Orlando -. L'amministrazione comunale ha sempre sostenuto con forza la propria scelta politica di non consentire la creazione di nuovi cimiteri privati in città. (PalermoToday)

Lo ha detto il sindaco Leoluca Orlando commentando l’operazione congiunta di Polizia e Carabinieri che ha portato all’arresto di 16 persone a Brancaccio e Ciaculli. Il comune di Palermo si costituirà parte civile (BlogSicilia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr