Il Covid rende indisponibili 1200 lavoratori: Atac pensa ai militari per guidare i bus

Il Covid rende indisponibili 1200 lavoratori: Atac pensa ai militari per guidare i bus
RomaToday INTERNO

Lo sciopero del trasporto pubblico. Trasporto pubblico che già domani si ritroverà nel bel mezzo di uno scossone: il primo sciopero del nuovo anno

Covid, in Atac 1200 persone "indisponibili". Timido ottimismo dal quartier generale di via Prenestina dove si ritiene che le nuove norme in materia di congedi Covid possano favorire una drastica riduzione delle quarantene.

I contagi da Covid rischiano di ripercuotersi sul servizio di trasporto pubblico locale. (RomaToday)

Ne parlano anche altre fonti

È una strategia che potrebbe caratterizzare l’Atac, l’azienda dei trasporti di Roma che tra contagi e quarantene ha raggiunto quota 1.200 assenti, oltre il 10% dei dipendenti. E l’assessore ai Trasporti Eugenio Patanè (Pd) ha prospettato subito nuove assunzioni, dicendo no «all’assunzione di interinali o a soluzioni tampone» e parlando anche di «selezioni pubbliche in tempi rapidi». (Il Sole 24 ORE)

“Soldati per guidare i bus”, l’idea bocciata in Campidoglio Sono 1.200 i dipendenti di Atac a casa perché malati o in quarantena. Atac: 1200 dipendenti a casa causa Covid. (Fanpage.it)

"In ogni caso - conclude - l'azienda deve essere pronta ad affrontare anche eventuali situazioni di emergenza, qualora dovessero verificarsi. Lo afferma il direttore generale di Atac, Franco Giampaoletti. (AGI - Agenzia Italia)

Militari alla guida dei bus Atac, il piano per non bloccare i mezzi: “Servizio oggi garantito”

Treni soppressi. Direzione Roma:. – treno 20210 Colleferro 17.15 – Termini 18.13. – treno 20216 Colleferro 19.58 – Tuscolana 20.54. Direzione Cassino:. – treno 20209 Termini 15.49 – Colleferro 16.43. – treno 20215 Termini 18.49 – Colleferro 19.42. (Monti Prenestini)

Non quelli della metro, per cui i conducenti militari non avrebbero l’abilitazione, ma almeno per i convogli della ferrovia urbana Roma-Lido. Al Messaggero, conferma l’ipotesi il direttore generale di Atac, Franco Giampaoletti: «Il numero di autisti contagiati e sottoposti ad isolamento per contatti diretti con i positivi è in forte crescita. (ilmessaggero.it)

E spunta l’ipotesi di una ‘eventuale collaborazione tra enti’ tra cui ci sarebbe anche l’Esercito. La possibilità di chiamare l’Esercito è stata infatti già discussa in alcune riunioni interne nel quartier generale della società. (Il Riformista)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr