I furbetti del reddito di cittadinanza stanno anche nel carcere di Torino Vallette: 105 denunciati (tra cui anche i loro parenti)

I furbetti del reddito di cittadinanza stanno anche nel carcere di Torino Vallette: 105 denunciati (tra cui anche i loro parenti)
Altri dettagli:
TorinoToday INTERNO

I furbetti del reddito di cittadinanza stanno anche nel carcere delle Vallette a Torino.

In sostanza, i detenuti e i loro familiari percepivano la somma omettendo di dichiarare lo stato di carcerazione che, di fatto, muta la composizione del nucleo familiare riducendone il numero.

Le persone individuate sono state segnalate a 14 uffici giudiziari nelle Regioni di residenza di Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia, alla stessa Inps per la revoca del sussidio e il recupero del beneficio economico nonché alla procura regionale della Corte dei Conti per gli eventuali profili di danno erariale. (TorinoToday)

Ne parlano anche altre testate

Nel corso dei controlli sono stati individuati, tra gli altri, 30 lavoratori irregolari, di cui 24 totalmente in nero, utilizzati senza alcuna tutela assicurativa e previdenziale, di cui 2 percepivano indebitamente il suddetto beneficio. (Sergio Vessicchio)

Tra questi, anche 22 persone sottoposte a misure cautelari personali o condannate in via definitiva per gravi delitti nei dieci anni precedenti la richiesta del sussidio. Salerno, scoperti 24 "furbetti" del reddito di cittadinanza Dovranno restituire 50mila euro. (Ottopagine)

Se una persona va in carcere, cambia la composizione della famiglia e non sempre resta il diritto all’assegno. L’approfondimento investigativo, condotto dai militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Torino nei confronti di detenuti al carcere Lorusso e Cotugno ha consentito di individuare, attraverso l’incrocio delle banche dati, che il reddito veniva indebitamente percepito in 105 casi con un danno alla finanza pubblica di 430 mila euro. (La Stampa)

Bonus Inps 2021 senza Isee da 960 a 1500 euro: a chi spetta e come ottenerlo - FAQ

Il decreto Sostegni ha previsto il rinnovo del reddito di emergenza per 3 mesi e nello specifico per marzo, aprile e maggio 2021. Possono richiedere il REM, infatti, con requisiti diversi, anche coloro che hanno visto scadere la propria indennità di disoccupazione tra luglio 2020 e fine febbraio 2021. (Money.it)

Il Governo Draghi, con il Decreto Sostegni, ha rifinanziato, con altri 155 milioni di euro, i buoni spesa, per aiutare le famiglie a provvedere ai beni di prima necessità. Ad esempio il Comune di Roma ha previsto la presentazione delle istanze dei buoni spesa dal 09/03/2021 sino al 15 giugno 2021, con l’aiuto dei CAF (Insindacabili)

Bonus Inps 2021: famiglie e possessori di Partita Iva saranno destinatari di una serie di bonus, così come voluto dal governo Draghi. adozione di tre minorenni il 7 maggio 2021, se il richiedente ha altri figli, la maggiorazione spetta a tutti e tre i minorenni adottati). (Gazzetta del Sud)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr