Dalle 18 scatta la "zona arancione rafforzata"

Dalle 18 scatta la zona arancione rafforzata
elivebrescia.tv INTERNO

Fra le norme più importanti l’obbligo, quando possibile, di lavorare in smart working, divieto di spostamento nelle seconde case e l’obbligo di utilizzare la mascherina chirurgica sui mezzi pubblici.

In queste ore il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana firmerà l’ordinanza, poi già dalle 18 di oggi Brescia e provincia saranno in “zona arancione rafforzata”.

Già da questa sera quindi scattano tutte le misure previste da questa fascia di rischio speciale studiata per tentare di ridurre i contagi sul nostro territorio. (elivebrescia.tv)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Brescia, 23 febbraio 2021 - Provincia di Brescia zona arancione, così come otto comuni confinanti della Provincia di Bergamo. In provincia di Brescia, inoltre,c'è anche uno dei quattro Comuni lombardi in zona rossa: Castrezzato. (IL GIORNO)

Roma, 25 feb. (LaPresse) – “Non dobbiamo correre il rischio di dare un messaggio sbagliato ai cittadini, bisogna assolutamente scongiurare la terza ondata”. (LaPresse)

"Partiremo giovedì - ha concluso - dalla provincia di Bergamo, dai territori di confine con la provincia di Brescia per poi spostarci nelle altre aree del bresciano. Lo ha detto il consulente del governatore Attilio Fontana per la campagna di vaccinazione, Guido Bertolaso, durante una comunicazione in Consiglio regionale. (AGI - Agenzia Italia)

Covid, Brescia e provincia in zona arancione rafforzata: cos'è e quali sono le limitazioni

E Regione Lombardia corre ai ripari, con un’ordinanza che istituisce una “zona arancione rafforzata” per tutta la provincia di Brescia e per la fascia dei Comuni immediatamente confinanti delle province di Bergamo e Cremona. (malpensa24.it)

Oggi il presidente Fontana emetterà un'ordinanza che dispone in provincia di Brescia una zona arancione rafforzata, che prevede oltre alle norme della zona arancione in vigore, la chiusura delle scuole elementari e dell'infanzia, il divieto di raggiungere le seconde case, l'utilizzo mascherine chirurgiche sui mezzi di trasporto, il telelavoro laddove possibile». (Vigevano24.it)

In particolare partendo dai comuni al confine tra la provincia di Brescia e di Bergamo con presenza importante di focolaio di contagio legato alle varianti e situazione di tensione legata alla saturazione delle Terapie Intensive locali” Ansa. (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr