Eruzione a Tonga, lo tsunami raggiunge il Giappone: «Possibili onde fino a 3 metri». Prime evacuazioni nel Paese

Open ESTERI

Sull’isola del Pacifico un’onda di 2,2 metri è stata osservata a Nuku’alofa, secondo quanto ha riferito l’ufficio australiano di meteorologia tramite tweet.

Allerta tsunami dagli Usa al Giappone dopo l’eruzione sottomarina avvenuta al largo di Tonga.

Nella giornata di ieri le onde avevano raggiunto un’altezza massima di 30 centimetri dopo l’eruzione del vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha’apai.

Secondo l’agenzia meteorologica giapponese, sono possibili anche onde fino a 3 metri

L’allerta era stata diramata a Nuku’alofa, capitale del Regno di Tonga, dopo l’eruzione vulcanica. (Open)

Su altri giornali

Autorizzaci a leggere i tuoi dati di navigazione per attività di analisi e profilazione. Così la tua area personale sarà sempre più ricca di contenuti in linea con i tuoi interessi (Corriere TV)

I pennacchi di gas, fumo e cenere che si riversano dal vulcano hanno raggiunto i 20 km nel cielo, ha affermato il Servizio geologico di Tonga Ma dopo la potente eruzione del vulcano, catturata anche dalle immagini satellitari, è scattato l’allarme tsunami in un’ampia area del Pacifico che include il regno di Tonga, le Fiji e la Nuova Zelanda. (Il Fatto Quotidiano)

A provocare l’onda anomala è stata l’eruzione del vulcano sottomarino Hunga Tonga-Hunga Ha’apai, situato sull’omonima isola, territorio delle Tonga – A seguito dell’eruzione di un vulcano sottomarino le onde di uno tsunami si sono abbattute sulle coste delle isola Tonga, Paese insulare nel cuore dell’Oceano Pacifico, distruggendo case, costruzioni e anche una chiesa. (Dire)

Il Giappone si trova a circa 8.000 chilometri (5. Dopo l'eruzione vulcanica sottomarina a Tonga. Decine di persone hanno dovuto lasciare le loro case in Giappone dopo che è stato emanato un avviso di tsunami in seguito all’eruzione vulcanica sottomarina di sabato a Tonga. (LaPresse)

“ONEMI e SHOA mantengono il monitoraggio a causa di uno stato di precauzione per l’arcipelago Juan Fernández, l’Isola di Pasqua, San Félix e l’Antartide cilena“, hanno spiegato le autorità. Onemi ha ordinato l’evacuazione della costa in tredici regioni cilene per il possibile rischio di un piccolo tsunami. (MeteoWeb)

L'eruzione del vulcano Hunga Tonga-Hunga Ha'apai, a circa 65 km a nord della capitale di Tonga, Nuku'alofa, ha provocato uno tsunami con onde alte circa 1,2 metri per il quale è stato emesso un allarme in un'ampia area del Pacifico. (L'Unione Sarda.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr