Visite agli anziani nelle Rsa: il via libera potrebbe arrivare entro fine maggio

Visite agli anziani nelle Rsa: il via libera potrebbe arrivare entro fine maggio
Prima Pavia INTERNO

Quest’ultimo, in particolare, ha evidenziato come ad oggi i tempi siano ormai maturi per la riapertura anche di queste strutture.

Dopo mesi di chiusure quasi totali verso il mondo esterno, con le visite ridotte al lumicino, con il prossimo decreto sulle riaperture il Governo potrebbe dare il via libera alle visite dei parenti agli anziani ospiti delle Rsa.

Via libera entro fine maggio. Il via libera alle visite tra parenti e anziani potrebbe arrivare entro la fine di maggio. (Prima Pavia)

Se ne è parlato anche su altri giornali

La lotta alla pandemia ​Covid, verso soluzione condivisa per Rsa. Le direzioni sanitarie, infatti, si limitavano ad ammettere visite solo in casi di estrema necessità, come gli ultimi giorni di vita dei ricoverati. (Rai News)

Proprio grazie alla vaccinazione sono stati scongiurati sintomi gravi del virus e infatti, gli anziani positivi, non presentano condizioni di criticità e sono asintomatici. Riguardo invece ai dipendenti della struttura, sono stati accertati 4 casi positivi e 5 negativi (Il Lametino)

Uno dei pazienti è stato anche inviato all'Annunziata per essere sottoposto alla terapia degli anticorpi monoclonali. Per tre giorni su sette invece opereranno i centri allestiti a San Giovanni in Fiore, Spezzano Sila, Rovito, Piano Lago, Carolei, Rogliano, Mendicino (LaC news24)

Rsa, visite dei parenti: arrivano le regole delle regioni per consentire gli accessi

Presidente Uneba: “Covid sconfitto in Rsa”. Luca Degani, presidente dell’organizzazione di categoria del settore socio-sanitario Uneba, afferma al Corriere che “il Covid nelle Rsa è stato sconfitto. La notizia è riportata dall’edizione milanese del Corriere della Sera (COVID: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - LA SITUAZIONE A MILANO E IN LOMBARDIA). (Sky Tg24 )

Gignod - La Giunta dell'Unité Grand Combin ha, infatti, approvato una prima bozza di convenzione con l'Azienda Usl. La bozza della convenzione, approvata dalla Giunta dell’Unité nei giorni scorsi, impegna l’Usl, al fine di salvaguardare i livelli occupazionali, all’assunzione del personale Oss in esubero dichiarato dall’Unité (AostaSera)

Privilegiare gli spazi aperti. In presenza di condizioni climatiche favorevoli, si sottolinea nelle linee guida, ''vanno sempre privilegiati gli incontri in spazi aperti e allo scopo dedicati''. Oggi si apprende che mercoledì la Conferenza delle regioni discuterà le regole per consentire ai parenti le visite in tali strutture. (Tiscali Notizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr