Lotta contro il tempo per salvare il beluga avvistato nella Senna: “Le sue condizioni di salute sono preoccupanti, sta morendo di fame”

Lotta contro il tempo per salvare il beluga avvistato nella Senna: “Le sue condizioni di salute sono preoccupanti, sta morendo di fame”
Il Fatto Quotidiano ESTERI

Il beluga, è una specie protetta di cetaceo che vive abitualmente in acque fredde

È “molto sfuggente”, spiega Gérard Mauger, vicepresidente del Groupe d’Etude des Cétacés du Cotentin (GEEC), precisando che l’animale ha “lo stesso comportamento di ieri: abbiamo la sensazione che sia molto sfuggente, fa delle brevissime apparizioni in superficie, a cui seguono lunghe apnee.

Si spera di risparmiare alla balena il destino di un’orca, che si è smarrita e poi è morta nella Senna a maggio. (Il Fatto Quotidiano)

Se ne è parlato anche su altri media

Per ora non è stata presa alcuna decisione su come riportare il beluga nell'oceano, ha detto Dorliat-Pouzet: un'opzione potrebbe essere quella di cercare di ricondurla in mare aperto Inoltre sulla sua pelle cominciano ad apparire dei segni che potrebbero indicare un graduale peggioramento della sua salute. (La Stampa)

Apprensione per la sorte del Beluga arenato nella Senna. Lasciarlo nell’acqua calda e stagnante per gli esperti non è più un’opzione: “Deve essere spostato se si vuole salvarlo (Agenzia askanews)

Le speranze di salvare il beluga malnutrito che ha risalito la Senna si sono ridotte, ma i soccorritori hanno dichiarato di aver escluso per il momento l'eutanasia. Ma, nonostante i soccorritori abbiano provato a darle da mangiare aringhe congelate e poi trote vive, ha rifiutato il cibo. (Corriere del Ticino)

Poche speranze per il beluga nella Senna

L’animale si era ritrovato arenato nel fiume e non era riuscito a tornare nell’oceano nonostante i tentativi dei funzionari di guidarlo Per localizzare più facilmente la balena, l’organizzazione no-profit per la conservazione marina Sea Shepherd ha messo a disposizione i suoi droni e i soccorritori stanno cercando di guidarla alla foce della Senna (Open)

Sono poche le speranze di salvare il beluga che da venerdì scorso è bloccato nella Senna, tra due chiuse a circa 70 chilometri da Parigi. Il cetaceo bianco sta anche rifiutando il cibo. (L'Unione Sarda.it)

La polizia cantonale ha aperto un'indagine per fare chiarezza sull'incidente (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr