Pozzallo, spento il rogo dell'hotspot. Sette migranti ripresi dopo la fuga

Pozzallo, spento il rogo dell'hotspot. Sette migranti ripresi dopo la fuga
Più informazioni:
La Repubblica INTERNO

Migranti, incendio all'hotspot di Pozzallo: 30 in fuga 18 Luglio 2021

La prefettura di Ragusa ha già sanificato e allestito il vecchio padiglione destinato alle donne.

Spento il rogo che ieri ha semidistrutto il padiglione centrale dell'hotspot di Pozzallo in provincia di Ragusa.

Dei 36 migranti fuggiti durante l'incendio, 7 sono già stati ripresi.

Attualmente nella struttura ci sono 78 migranti dopo che nella notte 20 persone sono state spostate nella struttura di accoglienza di Cifalì sempre nel ragusano. (La Repubblica)

Se ne è parlato anche su altri media

Incendio all’HotSpot a Pozzallo: presi sette migranti in fuga. Condividi su:. Spento il rogo che ieri ha semidistrutto il padiglione centrale dell’hotspot di Pozzallo in provincia di Ragusa. Attualmente nella struttura ci sono 78 migranti dopo che nella notte 20 persone sono state spostate nella struttura di accoglienza di Cifalì sempre nel ragusano (RagusaOggi)

“E’ ormai quasi del tutto inagibile il padiglione centrale e l’incendio ha devastato quasi completamente la struttura – afferma Valter Mazzetti, Segretario generale Fsp Polizia -. (RAGUSA) – L’hotspot di Pozzallo, nel ragusano, è quasi del tutto inutilizzabile. (Live Sicilia)

Il fumo ha invaso rapidamente il padiglione e, stando alle prime informazioni, una trentina di migranti sugli ottanta presenti in quel settore, approfittando della confusione, sono riusciti a darsi alla fuga. (Giornale di Sicilia)

Incendio all'hotspot di Pozzallo, il sindaco: "Allarme rientrato"

Una alta colonna di fumo è stata ben visibile dalla strada che costeggia il porto di Pozzallo. Pubblicità. Sul posto si sono recati i Vigili del Fuoco del distaccamento di Modica e la Polizia che hanno accertato l’origine delle fiamme: ad appiccare il fuoco ad un cumulo di materassi per protesta all’interno del centro immigrati sono stati proprio alcuni ospiti volevano ribellarsi alla reclusione nell'hotspot. (La Sicilia)

Secondo altre fonti, alcuni dei migranti scappati da Pozzallo potrebbero avere la variante Delta e sarebbero, quindi, potenzialmente contagiosi La situazione sta andando fuori controllo, anche perché con l'hotspot di Pozzallo inagibile ci si dovrà affidare ad altri centri di accoglienza. (ilGiornale.it)

Fra i fuggitivi, che sono 36, di cui nessun positivo al covid, sette sono stati ripresi e attualmente si trovano nella struttura che ospita 78 migranti. Le parole del sindaco Roberto Ammatuna. "Un doveroso ringraziamento - dice il sindaco Roberto Ammatuna - va alle forze dell'ordine, ai vigili del fuoco, agli operatori che insieme hanno saputo far fronte alla difficile situazione creatasi. (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr