Olimpia Milano-Virtus Bologna: dove e quando vedere la finale attesa da 37 anni

Corriere della Sera SPORT

Olimpia Milano e Virtus Bologna si contendono da stasera, sabato 5 giugno, lo scudetto numero 99 del basket italiano nella finale più intrigante degli ultimi anni tra i due club che hanno vinto più titoli nella storia della pallacanestro italiana: 28 Milano, 15 Bologna.

La Segafredo torna invece a giocarsi uno scudetto dopo 14 anni grazie agli investimenti di Massimo Zanetti, e vuole cancellare lo 0-3 dei precedenti stagionali con Milano, che ha vinto nella finale di Supercoppa (75-68) e nei due incroci di regular season: 73-68 a Bologna e 94-84 a Milano

È la settima finale in 13 anni di proprietà Armani per l’Olimpia, a caccia del Triplete con Supercoppa e Coppa Italia riuscito l’ultima volta nel 2014/15 a Sassari. (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altre testate

Basta vedere i Lakers: un anno fa hanno dominato gli avversari, quest’anno, falcidiati da molteplici infortuni, sono stati eliminati al primo turno dei playoff» Austin Daye, leader di Umana Reyer Venezia, non salva la sua stagione dalle colonne de la Nuova: «Non sono contento del mio rendimento durante i playoff, avrei potuto giocare molto meglio. (Sportando)

Nel terzo quarto Ricci si fa subito notare con una tripla (41-43). Nel secondo quarto la tripla di Ricci riporta la parità (21-21), poi ci pensa la schiacciata di Gamble a portare avanti Bologna (21-23). (Sportface.it)

Ora l’Olimpia è sotto 0-2Il fuoriclasse serbo (21 punti) segna i canestri dell’allungo decisivo nel finale e Bologna vince ancora in trasferta 83-72 | Read More | Gazzetta.it. Advertisements Loading. . (HelpMeTech)

Siamo usciti concentrati, decisi, abbiamo dimostrata tanta personalità, unità, sacrificio difensivo, poi l’abbiamo chiusa leggendo bene le cose». Sale Djordjevic commenta il successo in gara-2 di finale con Olimpia Milano: «Sicuramente una gara giocata per vincere. (Sportando)

Le triple di Markovic, ancora lui, e Pajola, scrivono la rottura definitiva negli ultimi 3′ di gioco prima del +10 di Milos Teodosic, ancora dominatore. TERZO QUARTO. Avvio ancora lento per Milano, la Virtus prende il comando delle operazioni e passa anche oltre un doppio tecnico (Sportando)

Devo però anche dire che dovrò lavorare per migliorare nella prossima gara. Sono contento per questo 2-0, la squadra lotta in una maniera degna di una grande finale e abbiamo ricevuto un premio con questa vittoria, carattere, difesa, tanta sofferenza giocando sempre insieme. (Pianetabasket.com)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr