Primo Di Nicola: il senatore M5S che vuole il MES

Primo Di Nicola: il senatore M5S che vuole il MES
next next (Interno)

«Chissà, certo è che dalle posizioni preconcette, ideologiche, occorre passare a una linea ragionata, spiegando all’intero M5S che se si ricorresse al Mes risparmieremmo svariati miliardi di tassi di interesse che potremmo impiegare per le tante altre nostre emergenze».

Su altri media

2 - Rivoluzionare e digitalizzare il settore sanitario Ospedali e poli sociosanitari sempre connessi per lo scambio immediato di dati. 9 - Ampliare le borse di studio Maggiori risorse per le borse di studio per gli studenti meritevoli ma in difficoltà economiche. (Corriere della Sera)

E ad Affaritaliani.it il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, esponente di spicco del Movimento 5 Stelle, afferma a chiare lettere: "La posizione del Movimento non cambia". Il Pd è in pressing per il sì mentre il M5S ribadisce che la posizione dei pentastellati non cambia. (Adnkronos)

A Palazzo Chigi non sono proprio andati giù i «dieci punti» di Nicola Zingaretti sul Mes (il Meccanismo europeo di stabilità) lanciati dalle pagine del Corriere della sera. Tanto più che «oggi con un voto al Senato il governo cadrebbe» spiegano senza mezzi termini da Palazzo Chigi. (Italia Oggi)

La risposta del Movimento 5 Stelle a Zingaretti. Tramite il Ministro dello Sviluppo Economico Lorenzo Patuanelli, il Movimento fa sapere a Zingaretti che: “la nostra posizione sul MES non cambia”. Già nella scorsa settimana il presidente della Regione Lazio aveva invitato il Movimento 5 Stelle, insieme a Italia Viva, ad adottare una strategia comune per le elezioni regionali, appoggiando gli stessi candidati. (Money.it)

Giuseppe Conte si appresta a vivere un’altra estate rovente ma questa volta il premier, ben conscio di quello che è successo lo scorso anno, vuole evitare a tutti i costi una sorta di Papeete bis. (Money.it)

Penso che la maggioranza sia assolutamente a favore dell'interesse nazionale - taglia corto - l'importante è il voto, portino il Mes in Parlamento e vediamo che succede". Francesco Lollobrigida, conferma infine la linea di Fratelli d'Italia: "In Europa c'è chi vorrebbe ricattarci per costringerci ad aderire al Mes. (AGI - Agenzia Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti