Wall Street apre contrastata. Le 5 cose che possono muovere i mercati Usa oggi lunedì 26 settembre

Milano Finanza ECONOMIA

Rischio recessione dopo l'ennesima stretta di politica monetaria della Fed. Sterlina ai minimi storici sul dollaro. Crescono i rendimenti dei bond. Ecco cinque cose che possono muovere i mercati nella giornata di oggi venerdì 23 settembre. (Milano Finanza)

Se ne è parlato anche su altri media

Iveco (Teleborsa) -, che chiude gli scambi in calo, in accordo con gli altri mercati europei, che accusano perdite consistenti. I listini statunitensi, intanto, segnano una pessima performance, con l', che scende del 2,02%. (Borsa Italiana)

Queste misure hanno depresso i listini, tranne i bancari, e spinto gli interessi dei titoli di stato: il Treasury a dieci anni è al 3,69%, quello sul Btp al 4,2%). Chiusura in netto calo per le Borse europee, dopo le strette sui tassi decise dalla Federal Reserve e dalla Bank of England. (Bizjournal.it - Liguria)

Apertura poco mossa ma sopra la parità per gli indici di Wall Street, con gli investitori che guardano con attenzione a quanto sta succedendo sul mercato obbligazionario, dove il rendimento del Treasury decennale ha superato la soglia del 4%. (Milano Finanza)

Ma pesa il rischio recessione, soprattutto sulle obbligazioni. Euro e sterlina tentano il rimbalzo sul dollaro (Milano Finanza)

1) La Fed non è pronta a fermarrsi Il mercato teme ulteriori rialzi del costo del denaro da parte della Federal Reserve. (Milano Finanza)

Non era mai successo negli ultimi 50 anni: dopo l’aumento dei tassi della Fed, buona parte delle banche centrali in Asia ed in Europa hanno scatenato tutte assieme la guerra all’inflazione. Ieri hanno alzato i tassi Regno Unito, Svizzera, Norvegia, Indonesia, Taiwan, Filippine e Sud Africa. (FIRSTonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr