Turchia, vice ministro Finanze: determinati a continuare politica di riduzione tassi

Il Messaggero ECONOMIA

Il vice ministro delle finanze turco ha affermato che la politica di riduzione dei tassi aiuterebbe la Turchia nell'era post-pandemia attraverso "attraenti opportunità di investimento"

(Teleborsa) - Nonostante la lira sia crollata a minimi storici, perdendo il 45% del suo valore da inizio anno, la Turchia è determinata a continuare una politica di riduzione dei tassi di interesse e gli "attacchi manipolativi" alla lira non lasceranno alcun danno duraturo, ha dichiarato il vice ministro delle finanze Nureddin Nebati. (Il Messaggero)

Ne parlano anche altri giornali

E così, appunto, ha fatto per qualche giorno Apple. Andando su apple.com/tr, gli utenti ora non sono più in grado di completare l'acquisto dei prodotti disponibili, che sia un iPhone 13 Pro Max da 256GB di colore argento, un paio di AirPods Pro o un iMac M1 da 24" blu (HDblog)

“Lascia tutto e vieni in piazza!”. (Il Fatto Quotidiano)

Affinché una valuta rimanga stabile, è importante che i detentori e gli investitori abbiano fiducia nella banca centrale. La lira turca è in caduta libera. È relativamente facile spiegare perché la lira turca è crollata di oltre il 40% quest’anno e di oltre il 300% negli ultimi 15 anni. (Invezz)

Una previsione che potrebbe portare la Turchia a diventare l’Argentina dell’Egeo e costringere il paese a chiedere assistenza al Fondo monetario internazionale. Lo ha dichiarato lo stesso presidente, in un videomessaggio trasmesso in occasione del vertice Turchia 2023 organizzato da Turkuvaz Media (Domani)

(Reuters) - La Turchia è intenzionata a proseguire con la politica di riduzione dei tassi di interesse e gli "attacchi manipolatori" sulla lira, che è crollata ai minimi storici questa settimana, non avranno alcun effetto catastrofico a lungo termine. (Investing.com)

Il presidente insiste sui tagli dei tassi e le esportazioni per “vincere la guerra di indipendenza economica”. E la crescita economica per il 2021 sarebbe inferiore solo all’India fra le nazioni del G20 con un deciso +9% (Corrispondenza romana)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr