"Astori chi?". E tutto iniziò Udine, il viaggio del dolore

Astori chi?. E tutto iniziò Udine, il viaggio del dolore
Per saperne di più:
LA NAZIONE SPORT

Astori chi?".

Il mio compagno di viaggio parlava al telefono e ancora una volta – come per sollecitare una risposta negativa che però non arrivava – lo sentii chiedere se Astori era Davide, il giocatore della Fiorentina, il capitano, quello che conoscevamo anche noi, sì insomma proprio Davide Astori, non un altro

Mai potrò dimenticarle, mi colpirono come fucilate a bassa voce mentre stavo guidando verso Udine, senza sapere che sarei uscito dall’autostrada per entrare in una dimensione parallela. (LA NAZIONE)

Se ne è parlato anche su altri media

Quando la vita esplode in un istante, cancella ogni cosa e non lascia possibilità di scelta. Francesca Fioretti ha attraversato il dolore e ricostruito un nuovo senso di sé: il 4 marzo 2018 il compagno Davide Astori, calciatore della Fiorentina, è morto nel sonno, all’improvviso, durante un ritiro a Udine (Vanity Fair Italia)

Dovrà risarcire circa 200.000 euro per danni morali e circa 300.000 per danni economici. Dal 2001 al 2006 il medicinale Cabaser prodotto dalla Pfizer aveva determinato ad un uomo di una città del Centro-Nord Italia affetto da Parkinson effetti collaterali incontrollabili, tra cui ludopatia ed ipersessualità. (LaPresse)

Non è solo perché le cose da dire non sono riducibili a un libro, né lo saranno mai, ma perché il modo – il verso – mi appariva sempre qualcosa di irraggiungibile. Un libro che racconta la storia del capitano viola e la sua compagna appunto dal titolo "Io sono più amore". (Firenze Viola)

Astori, Francesca Fioretti si racconta in un libro: "Tutta la mia storia"

Il 6 maggio in tutte le librerie, l'inedita vita di Francesca, quella profonda e nascosta. "Scrivo questo libro per tre persone e due sole ragioni: per Vittoria, per Davide, per me. (Corriere dello Sport.it)

Legato al progetto del grande murales che sarà realizzato all’Isolotto, e che parlerà del capitano viola e del suo rapporto con la città, la squadra e i tifosi. I fondi raccolti serviranno per la realizzazione dell’opera di Giulio Rosk, già autore del murale dedicato a Falcone e Borsellino a Palermo realizzato insieme al collega Loste, e il murale di Paolo Villaggio a Genova (Fiorentina.it)

La vita va avanti, Francesca lo sa e con enorme dignità lo ha insegnato a tutti noi editato in: da. Davide Astori e Francesca Fioretti, il loro grande amore. Francesca Fioretti ha sempre preferito il silenzio alle parole, il dolore composto a quello urlato. (DiLei)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr