Coronavirus e crisi, l'Istat: "In Umbria tessuto produttivo ad alto rischio combinato"

Coronavirus e crisi, l'Istat: In Umbria tessuto produttivo ad alto rischio combinato
PerugiaToday ECONOMIA

Sette sono nel Mezzogiorno (Campania, Abruzzo, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna, Puglia), una al Nord (Provincia autonoma di Bolzano) e tre nel Centro Italia (Lazio, Umbria e Toscana)".

Le sei regioni classificabili a rischio basso si trovano invece tutte nell’Italia settentrionale (Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Provincia autonoma di Trento)".

OCCUPAZIONE - Considerando nello specifico l’occupazione, "circa un terzo degli addetti totali (32,6%) è impiegato in imprese a rischio Alto o Medio-alto

La crisi economica legata all'emergenza coronavirus ha acuito il divario tra le aree geografiche d'Italia, con l'Umbria che sembra sempre più 'scivolare' verso il Sud. (PerugiaToday)

La notizia riportata su altre testate

Nel linguaggio dell’Istat “comprendono le persone che non fanno parte delle forze di lavoro, ovvero quelle non classificate come occupate o in cerca di occupazione”. Scrive l’Istat che in quei dodici mesi sono aumentati “soprattutto gli inattivi tra i 15 e i 64 anni (+5,4%, pari a +717mila)”. (TIMgate)

In linea generale, il 33% delle micro imprese con un massimo di 9 addetti si sente a rischio In base alle ultime elaborazioni, il 45% delle imprese che possiedono almeno 3 addetti sono a rischio strutturale. (Notizieora.it)

Il 2 di novembre del 1942, verso mezzanotte, iniziò la terribile ritirata: “Fu una marcia disperata e quasi senza fine”, ricorda commosso Umberto. Fra gli indimenticati che non ci sono più, Umberto ricorda ancora i fratelli Bruno, sarto in via degli Estensi “… che mi fece il primo vestito” e Pietro Granato (barbiere a Ficarolo) dove si recava settimanalmente per i suoi commerci. (La voce di Rovigo)

Produzione e competitività: il rapporto dell'Istat

“Abbiamo attutito l’impatto della crisi”, ha aggiunto (LaPresse) – “Continuo a rivendicare il fatto che l’Ue ha dato a questa crisi una risposta forte e tempestiva”. (LaPresse)

L’Istat evidenzia che sono le imprese piccole e piccolissime - quota rilevante della nostra economia - a risentire maggiormente della scossa Covid. Crollo del fatturato in tutti i settori in Italia. Il fatturato è stato colpito in tutti i principali settori secondo il rapporto Istat (Money.it)

Ogni lunedì la redazione di siderweb realizza il siderweb TG, il telegiornale della siderurgia che ti aggiorna sulle più importanti notizie della settimana Se preferisci puoi anche acquistare i SiderCrediti un modo semplice e diretto per navigare tutto il sito quando ne hai bisogno. (Siderweb)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr