Ad un giorno dal Green pass obbligatorio cresce il rischio-paralisi: dopo i portuali in agitazione anche gli autotrasportatori

Ad un giorno dal Green pass obbligatorio cresce il rischio-paralisi: dopo i portuali in agitazione anche gli autotrasportatori
TG La7 INTERNO

cronaca. A Trieste, snodo cruciale per le merci di tutta Europa, i portuali dicono no ai tamponi gratuiti e ribadiscono che l'unica apertura può essere rappresentata dal ritiro del certificato verde.

Previste 30 mila alla manifestazione che si allarga ad altre categorie produttive e potrebbe interessare i porti di Genova, Livorno e Gioia Tauro

(TG La7)

La notizia riportata su altri media

Regole confermate per i camionisti e operatori dei porti stranieri alla vigilia dell’obbligo della certificazione verde per tutti i lavoratori, così come ha ribadito in una nota il ministero dei Trasporti con quello della Salute. (Open)

“Molti di questi autisti sono sprovvisti di green pass. Green pass, rischio scaffali vuoti dal 15 ottobre: le stime. “Dai dati raccolti dalle imprese operanti nel settore e da diversi produttori/committenti, si stimano inefficienze e una possibile riduzione della capacità di consegna sino al 50%”, stima il sindacato Fiap. (QuiFinanza)

La Fas è cresciuta anche nella logistica, realizzando magazzini e rilevando un'impresa specializzata nella distribuzione. Il 13 ottobre è morto a Modena all’età di 76 anni Nicola D’arcangelo, uno dei nomi più noti nell’autotrasporto abruzzese e, a livello nazionale, nel trasporto di merci voluminose, servizio di cui era specializzata la società che ha fondato e diretto, la Fas di Chieti. (TrasportoEuropa)

Beffa green pass: ai camionisti stranieri non serve (agli italiani sì)

Nel pomeriggio del 14 ottobre 2021, appena poche ore prima dell’entrata in vigore dell’obbligo di certificazione verde Covid-19 (Green Pass), i ministeri della Salute e del Mims (Trasporti) hanno diffuso i chiarimenti sul suo obbligo da parte degli autisti dei veicoli industriali esteri che operano in Italia. (TrasportoEuropa)

Alta tensione in tutto il Paese per domani, quando entrerà in vigore l’estensione del Green Pass – il certificato che prova la vaccinazione, il tampone negativo o la guarigione dal coronavirus. Ai camionisti e autisti stranieri senza Green Pass o vaccinati con sieri non riconosciuti in Italia sarà permesso il transito e la sosta. (Il Riformista)

Camionisti stranieri senza green pass. Oltre ai conducenti italiani non vaccinati, il dubbio riguardava gli autotrasportatori stranieri. Primo appunto: che il green pass sarebbe diventato obbligatorio lo si sapeva da almeno un mese, ma le direttive operative sono arrivate solo 24 ore prima della data di avvio. (Nicola Porro)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr