Chi è Fiore De Rienzo, padre di Libero De Rienzo? Giornalista, moglie, che fine ha fatto, età

Alphabet City INTERNO

Il figlio Libero è deceduto per un infarto nella notte del 15 Luglio, trovato da un amico che preoccupato non riusciva a mettersi in contatto con lui

Il figlio Libero lascia due figli di 6 e 2 anni e la moglie Marcella Mosca, costumista.

Chi è Fiore de Rienzo, età, Facebook, Instagram, moglie. Di Fiore de Rienzo conosciamo davvero molto poco in quanto come il figlio Libero de Rienzo ha sempre tenuto lontano la sua vita privata dai riflettori. (Alphabet City)

Se ne è parlato anche su altre testate

Aveva lavorato in alcune produzioni televisive, tra cui «Nassiriya» e «Aldo Moro». È scomparso il 16 luglio all’età di 44 anni Libero De Rienzo. (Corriere della Sera)

Il padre dell'attore di Santa Maradona e Smetto quando voglio è infatti Fiore De Rienzo, già aiuto-regista di Citto Maselli sul grande schermo ma soprattutto storico inviato del programma di Rai3 condotto da Federica Sciarelli. (Liberoquotidiano.it)

Figlio del regista Fiore De Rienzo, Libero lascia la moglie Marcella Mosca e due figli di 2 e 6 anni. Santa Maradona – 2001. Era il 2001 quando De Rienzo interpretò il ruolo di Bartolomeo “Bart” Vanzetti in Santa Maradona, film scritto e diretto da Marco Ponti (Bellacanzone)

PER APPROFONDIRE LEGGI ANCHE > > > Lutto per Stefano Fresi: il dolore dell’attore nel giorno del suo compleanno. Federica Sciarelli si stringe attorno a Fiore De Rienzo: le sue parole commuovono. Chi è rimasta particolarmente colpita dalla scomparsa di Libero De Rienzo, come tanti altri, è stata Federica Sciarelli che per tantissimi anni è stata collega del papà Fiore, un volto storico del programma Chi l’ha Visto?. (YouMovies)

Stavano scrivendo un nuovo film insieme. Il regista Marco Ponti era stato folgorato da Libero De Rienzo, lo aveva scelto per Santa Maradona, un film che era diventato un culto generazionale e che aveva dato inizio a un sodalizio longevo. (la Repubblica)

Ricordiamo che il primo film è uscito nel nel 2014 con Smetto quando voglio mentre il terzo è del 2017 con Smetto quando voglio – Ad Honorem. Si tratta del seguito di Smetto quando voglio del 2014, accolto con grande entusiasmo da pubblico e stampa. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr