Signori assolto, il fatto non sussiste ▷ "Il Tribunale dello Sport dovrebbe chiedere scusa per la radiazione. Lui è stato segnato, i giudici continueranno a fare il loro lavoro"

Signori assolto, il fatto non sussiste ▷ Il Tribunale dello Sport dovrebbe chiedere scusa per la radiazione. Lui è stato segnato, i giudici continueranno a fare il loro lavoro
Radio Radio SPORT

Ricordiamoci sempre cosa è la presunzione di innocenza

Il problema è che noi dovremmo tutti riflettere: una cosa è l’accusa, una cosa è il giudizio.

Chi deve chiedere scusa a Signori è il Tribunale Sportivo che gli ha dato addirittura la radiazione, cioè l’ergastolo per un calciatore.

Un risultato, secondo l’accusa, determinato dall’ingerenza di Signori e altre quattro persone.

Questa la gioia esternata dall’ex calciatore sui propri canali social. (Radio Radio)

Se ne è parlato anche su altri giornali

È una misura straordinaria per la diciottenne fiorentina, miglior salto al mondo del 2021 e standard olimpico per i Giochi di Tokyo. Adnkronos. Larissa Iapichino salta un clamoroso 6,91 nel lungo ad Ancona ed eguaglia il record italiano indoor di sua mamma Fiona May, saltato nel 1998 a Valencia. (Yahoo Eurosport IT)

E’ una prima vittoria, spero che ne arrivino altre" Lo annuncia lo stesso Signori sui social: "Assolto con formula piena perché il fatto non sussiste, art. (Calciomercato.com)

Il calciatore aveva rinunciato alla prescrizione proprio perché convinto di poter dimostrare la propria innocenza. Signori era accusato insieme ad altri di aver cercato di condizionare, in cambio di denaro, l’esito del match. (SportPiacenza)

Beppe Signori assolto per Piacenza-Padova del 2010 (finita 2-2): i dettagli

BeppeGol – così era soprannominato a Foggia, ndr – era accusato di calcio-scommesse ed in particolare di aver truccato la gara tra Piacenza e Padova del 2 ottobre 2010. “Dopo 10 anni è finita, anche se io e il mio avvocato non avevamo mai avuto dubbi sulla mia innocenza. (l'Immediato)

Il calciatore aveva rinunciato alla prescrizione proprio perché convinto di poter dimostrare la propria innocenza. Signori era accusato di frode sportiva insieme ad altri per aver cercato di condizionare, in cambio di denaro, l’esito del match. (IlPiacenza)

“Spero sia la prima di una lunga serie di assoluzioni che mi possano restituire la dignità di uomo e la credibilità di sportivo”. Il procedimento penale, nel filone piacentino dell’inchiesta sul calcioscommesse, lo vedeva accusato di aver cercato di alterare il risultato di Piacenza-Padova, partita di serie B del 2 ottobre 2010. (Padova Sport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr