Periferie, sicurezza, famiglia e sociale: ecco l’agenda dei partiti per il candidato Damilano

La Stampa INTERNO

Questo contenuto è riservato agli abbonati 1€ al mese per 3 mesi Attiva Ora Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito 3,50 € a settimana Attiva Ora Tutti i contenuti del sito,. il quotidiano e. gli allegati in digitale Sei già abbonato?

«Lavoriamo da molti mesi sulla candidatura di Damilano, ma dovevamo aspettare ovviamente l’ufficialità dal tavolo nazionale.

Non che prima non fossero già in corso i contatti, ma ora il lavoro si intensifica per trovare una sintesi sui punti principali. (La Stampa)

Se ne è parlato anche su altri media

Da oggi siamo ancora più concentrati sull’obiettivo di rendere di nuovo Torino bellissima", ha concluso il candidato sindaco del centrodestra "L'unità e la squadra sono un elemento fondamentale per la ricostruzione, bisognerà agire in fretta e più siamo meglio possiamo farlo. (TorinoToday)

È l’imprenditore Paolo Damilano il candidato sindaco del centrodestra per le elezioni comunali a Torino che si terranno nel prossimo autunno. Paolo Damilano è il candidato sindaco a Torino. (Il Riformista)

«Abbiamo su Roma un candidato sindaco e un candidato prosindaco con un curriculum straordinario «Paolo Damilano è il candidato sindaco a Torino. (Corriere della Calabria)

Sabato l'annuncio del candidato del centrodestra. La scelta sembra caduta su Occhiuto

Il Piemonte ne ha di straordinari, potrebbero attrarre qui i giocatori di tutta Europa» Paolo Damilano, 55 anni, è l’imprenditore civico sceso in campo per primo a Torino nella corsa per le Comunali, sulla sponda del centrodestra. (Corriere della Sera)

È il presidente della Film Commission del Piemonte e precedentemente ha avuto incarichi al Museo del Cinema che Torino ospita nella Mole Antonelliana. Paolo Damilano, 55 anni, imprenditore nel settore del beverage: ha un’azienda di vini con suo fratello Mario e un’altra che produce acque minerali a marchio Valmora. (Corriere della Sera)

Adesso dovremo essere bravi a mantenere il passo fino ad ottobre». «Le primarie sono servite al centrosinistra per imboccare una parabola che tende verso l’alto e ci hanno permesso di recuperare il terreno perso in questi mesi. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr