Per il Pd si mette male, Fratoianni e Bonelli gelano Letta: «Per noi agenda-Draghi impraticabile»

Per il Pd si mette male, Fratoianni e Bonelli gelano Letta: «Per noi agenda-Draghi impraticabile»
Secolo d'Italia INTERNO

E se Bonelli annuncia tempi rapidi («entro 48 ore capiremo se ci sono le condizioni per un’alleanza»), Fratoianni si appella a Letta: «Ci aspettiamo una riflessione anche nel Pd»

Ufficialmente non c’è né rottura né intesa, ma rinvio a 24-48 ore prima di nuovo incontro, questa volta definitivo.

Ma se le parole hanno un senso, Letta o accontenta Calenda, paladino dell’agenda-Draghi, o i dioscuri rosso-verdi. (Secolo d'Italia)

Su altri media

L'alleanza elettorale che con pazienza biblica sta cercando di costruire Enrico Letta sembra appunto una tela che si fa e si disfa un attimo dopo. Ribatte Di Maio "Dopo essere partito dal grande centro, Calenda è diventato un 'gregario' della coalizione di centrosinistra. (Adnkronos)

''Nelle prossime ore la nostra alleanza si confronterà, non siamo proprietari dei nostri partiti, e poi ci auguriamo faremo una valutazione definitiva entro massimo 48 ore". Anche di questo e della necessità di un 'riequilibrio' si è parlato nel faccia a faccia con Letta. (Tiscali Notizie)

Il problema non è se Bonelli e Fratoianni faranno l’accordo col Pd, ma è che cosa faranno con Gelmini e Carfagna?" Nonostante gli avvertimenti di Carlo Calenda, leader di Azione ("No a Bonelli, Fratoianni e Di Maio"), ieri il tentativo di ’rinegoziazione’ del patto elettorale con il Pd di Enrico Letta da parte del leader dei Verdi e di quello di Sinistra Italiana sembra vicino allo sbloocco. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Incontro Verdi-SI-Letta, Fratoianni: «Riflessioni sull’alleanza entro 48 ore». Fonti del Nazareno: «Sono stati fatti passi avanti»

In una coalizione tutte le forze devono avere pari dignità e rispetto reciproco, altrimenti molto semplicemente non c'è la coalizione» Carlo Calenda chiude le porte della coalizione a Nicola Fratoianni: «Direi che abbiamo raggiunto un punto di chiarezza. (ilgazzettino.it)

Un incontro pubblico a sei occhi, nel tardo pomeriggio a Montecitorio - negli stessi uffici e con modalità simili a quello avvenuto tra il segretario dem e il tandem (la Repubblica)

Sempre Fratoianni però ha aggiunto: «Abbiamo ribadito che per la nostra alleanza una coalizione che abbia al centro del proprio programma l’Agenda Draghi per noi non è praticabile» L’agenzia stampa Ansa ha citato fonti legate al Nazareno che parlano di un avvicinamento fra tutte le parti: «La sensazione è che si siano fatti passi avanti per arrivare a una conclusione positiva. (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr