A2A nel piano aggiornato anticipa a 2040 neutralità carbonica

Adnkronos ECONOMIA

Entro il 2040 il Gruppo raggiungerà la neutralità carbonica sulle emissioni dirette e indirette (scope1 e scope2) attraverso un mix equilibrato e graduale di interventi: sviluppo delle energie rinnovabili, soluzioni di carbon capture e phase-down dei business carbon intensive.

Decarbonizzazione e transizione energetica, ricorda la nota, sono supportate anche dal contributo sinergico del secondo pilastro del Piano, l’economia circolare

"Il contesto geo-politico e l’evoluzione dell’emergenza climatica - spiega la nota della società - hanno contribuito a rendere ancor più solidi i pilastri strategici del Piano di A2A: economia circolare e transizione energetica. (Adnkronos)

Su altre testate

C’è però un nodo da considerare: la centrale è considerata strategica per la sicurezza energetica e se Terna chiede di avviare la produzione A2A è obbligata a riattivarla come è successo poco tempo fa Manca l’ultimo passo con la Regione. (Il Piccolo)

Il consiglio di amministrazione di A2A, presieduto da Marco Patuano, ha esaminato e approvato l’aggiornamento del Piano Industriale 2021-2030 che rafforza con ulteriori due miliardi di investimenti, l’impegno verso la decarbonizzazione, in anticipo rispetto agli obiettivi previsti da Cop26. (Adnkronos)

Questa è la prima Amministrazione che mette in campo il progetto di ZTL a tutela del Borgo Antico. Andiamo a tutelare – ha dichiarato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana, nel napoletano – il patrimonio culturale che vede protagonista la cinta muraria degli Aragonesi (Sardegna Reporter)

"L'aggiornamento del Piano - spiega il Manager - prevede di anticipare di 10 anni l'obiettivo comune di emissioni zero, ampliare ulteriormente la nostra presenza in Italia e stabilire nuovi e ancora più ambiziosi target di business" Il Mol atteso a fine Piano è di circa 2,9 miliardi di euro, pari ad oltre 2 volte la media degli ultimi anni. (La Repubblica)

Infine salgono le assunzioni previste in arco piano: 7mila per un totale di 15mila dipendenti a fine 2030. com-che. (RADIOCOR) 28-01-22 08:02:43 (0086)NEWS,ENE,UTY 3 NNNN Confermati i dividendi minimi attesi: 8,2 cent sul 2021, 8,5 cent sul 2022, 8,7 cent sul 2023 e poi crescita minima del 3% medio annuo. (Il Sole 24 ORE)

Nella Business Unit Smart Infrastructures, infine, l'ebitda è in crescita da 0, 5 miliardi di euro del 2021 a 0,89 miliardi di euro del 2030. Il gruppo presieduto da Marco Patuano punta a 18 miliardi di investimenti in 10 anni (+2 miliardi rispetto al piano precedente), di cui 7 per l'economia circolare e 11 per la transizione energetica. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr