Mazzoncini (A2A): "Primo anno del piano 2021-2030 superiore alle aspettative"

Adnkronos ECONOMIA

Facendo leva su una forte capacità di crescita dimostrata da tutte le business unit del Gruppo, abbiamo deciso di aumentare ulteriormente gli investimenti destinando 18 miliardi alla transizione ecologica".

"L’aggiornamento prevede di anticipare di 10 anni l’obiettivo comune di emissioni zero, ampliare ulteriormente la nostra presenza in Italia e stabilire nuovi e ancora più ambiziosi target di business

Lo dice Renato Mazzoncini, amministratore delegato di A2A, nel commentare l'aggiornamento del piano industriale. (Adnkronos)

La notizia riportata su altre testate

Manca l’ultimo passo con la Regione. MONFALCONE Il Gruppo A2A spinge sull’acceleratore della transizione energetica al green, sugli investimenti e nell’aggiornamento del Piano industriale 2021-2030 conferma il progetto di riconversione della centrale termoelettrica di Monfalcone con il passaggio da carbone a gas con il mix a idrogeno. (Il Piccolo)

Il consiglio di amministrazione di A2A, presieduto da Marco Patuano, ha esaminato e approvato l’aggiornamento del Piano Industriale 2021-2030 che rafforza con ulteriori due miliardi di investimenti, l’impegno verso la decarbonizzazione, in anticipo rispetto agli obiettivi previsti da Cop26. (Adnkronos)

Questa è la prima Amministrazione che mette in campo il progetto di ZTL a tutela del Borgo Antico. Andiamo a tutelare – ha dichiarato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana, nel napoletano – il patrimonio culturale che vede protagonista la cinta muraria degli Aragonesi (Sardegna Reporter)

L'Ebitda arrivera' a 2,9 miliardi (nel precedente piano era indicato oltre 2,5 miliardi) e l'utile netto, in crescita del 9% medio annuo, attorno a 780 milioni. Confermati i dividendi minimi attesi: 8,2 cent sul 2021, 8,5 cent sul 2022, 8,7 cent sul 2023 e poi crescita minima del 3% medio annuo. (Il Sole 24 ORE)

Il gruppo presieduto da Marco Patuano punta a 18 miliardi di investimenti in 10 anni (+2 miliardi rispetto al piano precedente), di cui 7 per l'economia circolare e 11 per la transizione energetica. Nella Business Unit Smart Infrastructures, infine, l'ebitda è in crescita da 0, 5 miliardi di euro del 2021 a 0,89 miliardi di euro del 2030. (Milano Finanza)

Il Mol atteso a fine Piano è di circa 2,9 miliardi di euro, pari ad oltre 2 volte la media degli ultimi anni. "L'aggiornamento del Piano - spiega il Manager - prevede di anticipare di 10 anni l'obiettivo comune di emissioni zero, ampliare ulteriormente la nostra presenza in Italia e stabilire nuovi e ancora più ambiziosi target di business" (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr